SERIE B

Virtus Lanciano. È iniziata la settimana più importante. Baroni: «il Pescara si può battere»

Il mister guarda con emozione al derby: «Pescara e Palermo squadre più forti»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3633


LANCIANO. È la settimana del derby, quella attesa anni per gran parte della tifoseria rossonera. Il Biondi domenica sarà vestito a festa, con il tutto esaurito sugli spalti e tanta voglia di scrivere la storia al cospetto della formazione con più storia e tradizione dell'Abruzzo.
La Virtus Lanciano arriva all'appuntamento con il morale a mille, dopo la splendida rimonta operata a tempo quasi scaduto sabato con il Palermo. Proprio con i rosanero, messi alle corde da inizio a fine match, i frentani hanno dimostrato di essere in condizioni psico-fisiche straordinarie. Peccato per qualche infortunio di troppo, che costringerà il mister a rinunciare sicuramente a Thiam e Mammarella, quest'ultimo squalificato dal giudice sportivo. In dubbio anche Piccolo, che dovrebbe rientrare tra i convocati ma difficilmente verrà rischiato dal primo minuto.
«Sappiamo che è una partita importante e tutte le partite come questa sono preparate con grande attenzione» – ha raccontato nella consueta conferenza stampa di inizio lavori il tecnico della Virtus, Marco Baroni – «dobbiamo avere serenità del lavoro. Ci teniamo molto, siamo in casa nostra e vogliamo far bene. È una settimana particolare in questo senso. Sappiamo che il Biondi sarà tutto esaurito e questa è un'emozione particolare anche per noi».
Di fronte ci sarà un Pescara in netta crescita, che non perde da 7 giornate e reduce dall'esaltante vittoria in trasferta a Siena: «il Pescara è una squadra forte che ha un organico importante. Doveva essere la squadra da battere insieme al Palermo, poi ha avuto ad inizio campionato un inizio difficile ma ora è in netta ripresa, favorita da una grande compattezza di società. Ha trovato la strada giusta con un tecnico importante. Ci sono tutte le premesse per vivere questa gara con entusiasmo e grande curiosità, perché c'è la voglia di vedere quanta distanza c'è tra noi e loro».
«Il Pescara è molto forte in attacco» – prosegue Baroni – «ma noi dobbiamo pensare a fare la nostra partita. Guardo gli altri con molto rispetto, ma bisogna prima di tutto guardare in casa propria. È chiaro che sarà fondamentale depotenziare le loro qualità migliori. Hanno attaccanti forti che possono risolvere la partita in ogni momento. Da parte nostra non mancherà coraggio anche di osare, anche se sappiamo benissimo la forza del Pescara».
Qualche novità importante dovrebbe arrivare dagli infortunati: «Piccolo ha lavorato con noi e penso proprio che farà parte dei convocati. Poi vedremo quanto potrà essere utile rischiarlo o meno. Thiam invece non recupererà domenica per il Pescara».
«In attacco anche con gli assenti abbiamo creato diverse occasioni da gol» – chiude il tecnico del Lanciano – «ci è mancata la stoccata vincente. Dobbiamo lavorare per essere un po' più prolifici sotto porta. Ci sono diverse cose da migliorare e la concretezza è una delle cose sulle quali bisogna lavorare molto».
Calcio di inizio domenica alle ore 12,30 allo stadio Biondi di Pescara.
Andrea Sacchini