L'AQUILA DEL FUTURO?

L’Aquila smart city, Enel e Comune siglano intesa per rete infrastrutture efficienti

«La città sarà modello di riferimento internazionale»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3279




L’AQUILA. L'Aquila inizia il suo cammino per diventare "città intelligente" ed ecosostenibile, un progetto di smart city che si integri con la ricostruzione post sisma e destinato a essere «modello di riferimento nazionale e internazionale».
All'Aquila Enel e Comune hanno siglato un accordo di programma per dotare la città e i comuni limitrofi di Scoppito e Cagnano Amiterno «di infrastrutture efficienti in grado di abilitare servizi innovativi ai cittadini e alla pubblica amministrazione, garantendo il minimo impatto ambientale grazie anche alla riduzione delle emissioni di Co2, in linea con quanto previsto dal Patto dei sindaci e dai target di sostenibilità ambientale al 2020 dell'Unione Europea».
A firmare l'intesa, che avvia il progetto "L'infrastruttura Smart Grids per L'Aquila e il suo ruolo nell'abilitazione di tecnologie e servizi per la Smart City", sono stati il sindaco, Massimo Cialente, il direttore della divisione Infrastrutture e Reti di Enel, Livio Gallo, presente il direttore dell'Ufficio speciale per la ricostruzione dell'Aquila, Paolo Aielli. L'operazione, che ha un costo di 16 milioni di euro previsti in una delibera Cipe, ha tempi di realizzazione stimati in tre anni. Nelle smart city la rete di distribuzione elettrica rappresenta un fattore abilitante per l'integrazione dei flussi energetici, per la diffusione della mobilità elettrica a impatto zero e la gestione dell'illuminazione pubblica.
«È perciò necessaria un'evoluzione delle reti tradizionali in 'smart grids', reti 'intelligenti' - ha spiegato Gallo - che integrano tecnologie tradizionali con soluzioni innovative che ne rendono la gestione più flessibile».
La rete elettrica diventa sempre più simile a Internet, in cui qualsiasi dispositivo connesso può inviare e ricevere informazioni dai cittadini-utenti in un'interazione continua. Si svilupperà anche un sistema di mobilità elettrica con l'installazione di 50 colonnine per la ricarica delle auto.
«Abbiamo il diritto di chiedere al Paese le somme necessarie per la ricostruzione - ha detto Cialente -, ma abbiamo il dovere di una ricostruzione sicura, bella, giusta e più intelligente con uno sguardo al grande tema di città europea resa più dolce attraverso quello che può offrire la tecnologia in ambito sostenibile. Con questa iniziativa che porta indubbi benefici ai cittadini si può».

LA RETE ELETTRICA
Il progetto siglato tra Comune dell'Aquila ed Enel prevede tre principali ambiti di intervento, ognuno dei quali risulta abilitante e funzionale per la realizzazione degli altri. Il primo e' relativo agli interventi Smart Grids sulla rete elettrica: l'obiettivo e' quello di potenziare l'attuale infrastruttura di distribuzione dell'energia elettrica, al fine di abilitare funzionalita' avanzate per un miglior controllo e gestione di rete, garantendo in tal modo l'integrazione ottimale di nuovi impianti a fonte rinnovabile che saranno installati sul territorio cittadino e nuovi servizi. Tra questi interventi si annoverano: l'adeguamento di 6 cabine primarie che alimentano la citta' con moderni standard di protezione e controllo, l'adeguamento di 403 cabine secondarie con dispositivi smart (es. apparati di comunicazione su rete IP, nuovi apparati di controllo, organi di manovra motorizzati e tele controllati) e l'applicazione di dispositivi per migliorare l'efficienza complessiva del sistema (es. trasformatori a basse perdite).

BANDA LARGA
Inoltre, l'implementazione di un sistema di comunicazione a banda larga (con la posa di circa 30 km di fibra ottica nel centro cittadino ed il rilegamento con tecnologia LTE di tutte le cabine secondarie interessate al progetto), quale infrastruttura di connettivita' tra i principali elementi distribuiti della rete elettrica, e' di fondamentale importanza per poter esercire le principali funzionalita' di Grid Automation (tecniche per la selezione automatica e l'isolamento del tronco di linea guasto, di algoritmi e sistemi per il controllo automatico della tensione e l'automazione di rete - (MT e BT -). Il secondo ambito di intervento riguarda gli Smart Urban Services, piu' in particolare esso riguarda la mobilita' elettrica e la Customer Awareness.

DIFFUSIONE DI UNA MOBILITA’ A ZERO EMISSIONI
Un tassello fondamentale per la realizzazione della città sostenibile è lo sviluppo della mobilità elettrica. In questo settore Enel ha sviluppato un proprio sistema e una propria infrastruttura di ricarica, che conta già 1300 colonnine attive in Italia. L’impegno di Enel è cominciato a Milano, Pisa e Roma, le prime città pilota all’interno del progetto e-Mobility Italy. L’azienda ha firmato un accordo con la Regione Emilia Romagna che è oggi la prima regione europea dotata di infrastrutture di ricarica interoperabili, che permettono al cliente di ricaricare il proprio veicolo vedendosi addebitato il costo sul proprio contratto di fornitura a prescindere dalla società concessionaria del servizio di distribuzione elettrica.


RISPARMIO ENERGETICO E COINVOLGIMENTO DIRETTO DEL CLIENTE
Nella città “smart” il consumatore riveste un ruolo da protagonista: l’utilizzo intelligente e consapevole dell’energia elettrica assicura un sostanziale contributo alla salvaguardia ambientale e al risparmio domestico, contribuendo a ridurre le attuali emissioni di CO2.
Per fornire ai clienti informazioni circa i propri consumi energetici e attivare un ciclo virtuoso di razionalizzazione, Enel sta sperimentando il dispositivo Smart Info, anello di congiunzione tra l’ambiente domestico e il contatore elettronico. Basta inserirlo in una qualsiasi presa elettrica di casa perché venga abilitato dal sistema centrale di Enel a ricevere i dati di consumo, che saranno consultabili in maniera semplice e intuitiva su display, pc e smartphone. Il cittadino avrà così gli strumenti per acquisire maggiore consapevolezza delle proprie abitudini ed intervenire per razionalizzare i consumi e risparmiare energia.