SERIE B

Pescara Calcio. La crisi è un lontano ricordo. Marino: «momento positivo. Gestiamolo bene»

Domenica il derby d'Abruzzo con la Virtus Lanciano: «saremo pronti»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2684



PESCARA. Da diverse settimane i biancazzurri trovavano risultati positivi senza però brillare sotto il profilo del gioco e delle prestazioni. A Siena invece il Pescara, forse autore della prova migliore della stagione, ha dato dimostrazione di grande forza e maturità, spazzando via in un sol colpo tutte le polemiche relative al poco gioco di Marino condito però da risultati. In questa fase del campionato si è detto più volte che a contare sono i risultati, ma il netto successo per 3-1 ottenuto a Siena lascia ben sperare in ottica play-off per molte altre ragioni, dopo che neanche sette partite fa già si cantava il de profundis di questa squadra. È chiaro che, dopo aver trovato quella relativa ai risultati, bisognerà ora trovare continuità anche sotto il profilo della qualità della manovra, fermo restando che i punti rappresentano sempre la priorità.
La qualità della manovra adriatica col passare delle settimane è aumentata e non è assolutamente un caso se il delfino, al momento, figura tra i miglior attacco della categoria. C'è ancora qualcosa da registrare in difesa, ma i passi in avanti netti visti a Siena in fatto di concentrazione nelle marcature e copertura degli spazi hanno ben impressionato. 

E nel miglior momento della stagione per i biancazzurri ecco all'orizzonte il derby di domenica a Lanciano. Una gara che verrà affrontata con maggiore serenità dall'undici di Marino, con l'unico obbiettivo di allungare la striscia positiva di risultati, magari facendo vedere il buon calcio professato in parte col Carpi e pienamente col Siena.
«Sono soddisfatto del risultato e della prestazione di sabato col Siena» – ha raccontato il tecnico del Pescara, Pasquale Marino – «abbiamo concesso poco all'avversario al di là della distrazione sul secondo gol. Poi nel secondo tempo siamo scesi bene in campo. Ho visto grande personalità della squadra nella gestione del pallone. Ci siamo mossi bene ed abbiamo messo in pratica quanto preparato in settimana».
Con il settimo risultato utile consecutivo la squadra ha ulteriormente accorciato in classifica con le prime della classe: «noi continuiamo a lavorare ed a pensare partita per partita come abbiamo fatto sempre. Non dobbiamo guardare troppo in avanti e non bisogna volare troppo con la fantasia. Siamo usciti rafforzati dai momenti di crisi, abbiamo avuto sostegno dalla dirigenza ed i risultati di questa unità di stanno vedendo in campo. Ora dobbiamo essere bravi a gestire questo momento molto positivo e farci trovare pronti già domenica con il Lanciano».
Tra le sorprese di Siena soprattutto Zuparic, che causa infortuni è stato impiegato nell'inedito ruolo di mediano: «se l'ho scelto vuol dire che avevo fiducia in lui. Ha fatto una buona partita dal punto di vista tattico. Non mi interessa che faccia il passaggio gol perché quel ruolo spetta a Brugman. È stato molto diligente».
La squadra riprenderà martedì gli allenamenti in vista del derby di Lanciano. Marino, nonostante l'ottima prova nel mezzo di Zuparic, spera di recuperare almeno Viviani vista la continua emergenza a centrocampo.

Andrea Sacchini