Basket. Questa Proger Chieti è una forza. Distrutta 90-68 la capolista Ferrara

PalaLeombroni esplosivo con oltre 2mila spettatori in festa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2771





CHIETI. Continua la fantastica stagione di Chieti, che oggi in questa undicesima giornata di campionato LegaDue Silver ha annientato la capolista, la Mobyt Ferrara, la quale si blocca a 16 punti in classifica generale dopo una scia positiva di ben 7 successi consecutivi.
La Proger invece dopo il grande successo nel derby contro Roseto, lontano dalle mura casalinghe, oggi ha portato a casa la seconda vittoria consecutiva, vincendo sulla Mobyt per 90 a 68 e salendo cosi a quota 14 punti in classifica generale. Un match che ha richiamato l’attenzione di tutto l’ambiente teatino che ormai ci sta abituando a vedere il PalaLeombroni come una vera e propria bolgia, oggi gli spettatori presenti sono stati 2020.
La squadra di casa si porta avanti sin da subito grazie ad uno scatenato Simone Bonfiglio e ad un inarrestabile Matthew Shaw. Da qui sempre avanti, senza mai traballare, il minimo svantaggio che è riuscita a rosicchiare Ferrara è stato -6, ma per il resto la squadra guidata da Coach Nino Marzoli ha disputato una partita da 110 e lode. Complici anche i tiri dalla lunga distanza, infatti stasera non ha sbagliato una tripla e Ferrara è stata bombardata letteralmente da una tripla dopo l’altra (Bonfiglio ha realizzato un 7/7; Shaw un 4/9; Raschi 2/3; più le triple di Glover, Diomede, Comignani, Di Emidio e Gialloreto) che hanno portato addirittura a un 18 su 31 dalla lunga distanza, contro il 8 su 25 della squadra ospite.
Dunque una vittoria arrivata a suon di triple per la Proger. Cronaca Palla a due tutta american style, che vede l’uno contro l’altro Matthew Shaw e Milton Jenning, contesa vinta dal lungo biancorosso, dunque primo possesso Chieti. La prima marcatura è di Shaw che piazza subito una tripla su assist di Bonfiglio. Per Ferrara i primi 2 punti arrivano dai polpastrelli di Spizzichini, che viene premiato dall’assist di Benfatto.
Ma la squadra di casa parte subito alla grande, l’attacco teatino sembra inarrestabile, la difesa impenetrabile, Bonfiglio piazza tre bombe solo nel primo quarto, seguito da Shaw che ne butta dentro 2 e Diomede Raschi e Soloperto con i loro piazzati e penetrazioni dai due punti. Per Ferrara cercano di reagire Spizzichini e Ferri, ma riescono solamente a non far dilagare sin da subito Chieti. il primo quarto si chiude con la Proger avanti per 23 a 12.

Secondo quarto che vede la Mobyt costretta alla reazione e a recuperare lo svantaggio accumulato nella prima frazione di gioco. Per la squadra ospite continuano ad andare a segno Ferri e Spizzichini, questa volta con l’aiuto anche di Mays e Benfatto. Ma Chieti proprio non ne vuol sapere e continua a macinare punti, molti dei quali sempre dalla lunga distanza: Comignani apre le danze con una bella tripla, poi seguito da Glover che prima piazza due punti in penetrazione e poi mette anche la tripla, accompagnato da Di Emidio e Gialloreto. La seconda fazione si chiude con Ferri che piazza una tripla e in risposta si fa trovare subito prontissimo Andrea Raschi che allo scadere dei 24” dell’azione offensiva di Chieti mette dentro altri 3 punti. Il primo tempo si conclude con la squadra di casa che comanda per 45 a 37.
Secondo tempo che si apre con la Proger che continua a segnare senza sbagliare nulla, arrivano altre triple dalle mani di Shaw, Diomede e Bonfiglio (stasera avrebbe potuto tirare anche da centro campo, avrebbe segnato ugualmente). Ferrara si vede sempre più infrangere i sogni di una possibile rimonta, nonostante i canestri di Benfatto, Mays e Infanti. Il terzo periodo si conclude 66 a 51. L’ultimo quarto vede la Proger dilagare nel vantaggio e Ferrara arrendersi alle triple e alle giocate dei padroni di casa. Shaw continua a mettere a referto un punto dopo l’altro sia da tre che da 2 punti; Raschi penetra e piazza un’altra tripla; Bonfiglio continua la sua serata da favola. La Mobyt mette a referto altri 17 punti con Benfatto, Ferri e Mays. Il match si chiude con la tripla di Comignani e il punteggio che dice 90 a 68 Proger.
Ottima la gestione di gara di Coach Nino Marzoli e ottima la prestazione di squadra in generale. Da sottolineare le prestazioni di Bonfiglio (devastante stasera il play-maker della Proger, non sbaglia nulla, realizza un 7 su 7 dalla lunga distanza e serve 2 assist) e Matthew Shaw (il gigante americano realizza ben 28 punti, è inarrestabile, segna da due, da tre, sbaglia solo in due o tre occasioni). Chieti ha tirato con il 43% dai 2 punti ed il 58% dalla lunga distanza per un totale del 51% dal campo.
Non impeccabile la gestione di gara per coach Adriano Furlani e non buona la prestazione della squadra in generale che non riesce mai a stare in partita. Da sottolineare solo le prestazioni di Benfatto (lotta molto sotto canestro, realizza 11 punti, strappa 10 rimbalzi e serve un assist) e Mays (miglior realizzatore per la propria squadra con 16 punti messi a referto). La Mobyt ha tirato con il 41% dai due punti ed il 32% dalla lunga distanza per un totale del 38% dal campo.

TABELLINI
PARZIALI: (23-12)(45-37)(66-51)(90-68)
PROGER CHIETI: GLOVER 5, BINI, GIALLORETO 5, COMIGNANI 5, RASCHI 12, DI EMIDIO 3, DIOMEDE 7, BONFIGLIO 21, SOLOPERTO 4, SHAW 28. All. Coach Nino Marzoli.
MOBYT FERRARA: BOTTIONI 1, SPIZZICHINI 6, BOTTONI ne, FERRI 12, INFANTI 8, BENFATTO 11, ANDREAUS 3, PIPITONE 2, JENNINGS 9, MAYS 16. All. Coach Adriano Furlani.
Fonte: www.basketinside.com