IL PERSONAGGIO

Calcio in lutto: morto Vincenzo Zucchini, l’indimenticabile capitano del Pescara

Aveva 66 anni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6803




PESCARA. Si è spento all'età di 66 anni per una malattia Vincenzo Zucchini, indimenticabile capitano coraggioso del Pescara di Giancarlo Cadè e negli ultimi anni team manager della società biancazzurra.
Bandiera del Pescara, Zucchini è stato prima calciatore, poi allenatore e per finire anche team-manager dei 'Delfini' durante la sua carriera. Da giocatore, ha indossato pure le maglie di Lazio, Fiorentina e Salernitana.
Nella stagione 1972-1973 è protagonista della prima storica promozione dell'Avellino in Serie B, ma nell'annata successiva, dopo quattro presenze fra i cadetti, torna in Serie C per indossare la maglia del Pescara, con cui centra una seconda promozione consecutiva.
In Abruzzo Zucchini disputa sei campionati, ottenendo due promozioni in Serie A (stagioni 1976-1977 e 1978-1979) e disputando il campionato di Serie A 1977-1978, chiuso dai biancazzurri all'ultimo posto, con 29 presenze e 4 reti all'attivo.
Nell'estate 1979 si trasferisce alla Lazio, dove con 25 presenze e 2 reti (di cui una nel derby del 28 ottobre 1979, terminato 1-1 e funestato dalla morte del tifoso laziale Vincenzo Paparelli), contribuisce alla salvezza sul campo, vanificata dalla retrocessione a seguito dello scandalo italiano del calcioscommesse del 1980. Disputa la stagione 1980-1981 in B con la maglia del Lanerossi Vicenza, senza riuscire ad evitare la retrocessione, quindi chiude la carriera agonistica con due stagioni alla Salernitana in Serie C1.
In carriera ha totalizzato 54 presenze e 6 reti in Serie A e 172 presenze e 22 reti in Serie B.
Dopo una breve carriera da allenatore, nella quale ha guidato anche il Pescara in Serie A nella stagione 1992-1993 ha ricoperto, da 2009 al 2013, la carica di team manager della compagine abruzzese.