CALCIO

Pescara Calcio. Attaccanti, gioie e dolori di Marino. Mascara: «il caso Cutolo va smontato»

Il momento positivo degli attaccanti non coincide con quello di Cutolo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2742





PESCARA. Dopo un inizio di campionato difficile, con diverse prove ben al di sotto delle aspettative per intensità fisica e qualità delle giocate, nelle ultime settimane il Pescara sembra aver trovato equilibri e continuità grazie soprattutto al momento d'oro dei propri attaccanti. Su tutti Ragusa, Politano e Maniero, autori dei gol fondamentali che hanno permesso agli adriatici di uscire dalle zone traballanti della classifica.
Tra i più positivi, anche Giuseppe Mascara sta vivendo positivamente la sua “seconda” avventura in biancazzurro con prestazioni convincenti caratterizzate soprattutto dall'impegno e dal sacrificio. L'ex attaccante del Catania in questa stagione si è voluto rimettere in gioco dopo diversi mesi passati con l'Al Nasr di Dubai (Emirati Arabi Uniti, ndr) con l'intenzione di tornare a respirare l'aria del calcio che conta.
«Bisogna rimanere però con i piedi per terra» – ha raccontato l'attaccante del Pescara – «e continuare a lavorare con maggior forza. Il cammino è lungo e ci sono squadre ben attrezzate. Non abbiamo fatto ancora nulla in queste 4 partite, resta da fare tanta squadra».
La vittoria con la Ternana, seppur sofferta, rappresenta uno sprone importante in vista del futuro: «non abbiamo sofferto più di tanto e meritavamo la vittoria. Questa squadra è stata costruire per sfruttare fino in fondo i vantaggi del fraseggio. A volte però esageriamo soprattutto dopo essere passati in vantaggio. Noi giochiamo palla a terra per sfondare le difese avversarie ma dobbiamo essere più bravi e concreti negli ultimi 20 metri». 

Con la squadra che lentamente inizia ad uscire dalla crisi, più per risultati che per prove esaltanti, la faccia triste dell'attuale momento biancazzurro è rappresentata da Aniello Cutolo, giocatore dalle importanti qualità tecniche che per diversi motivi non ha dato in questo primo terzo di stagione un contributo utile alla causa. Dall'alto della sua esperienza Mascara chiede ai tifosi pazienza per il proprio compagno di squadra, ritenuto fondamentale per la ricorsa play-off: «Cutolo è un giocatore importantissimo. Ha grandi qualità e le ha dimostrate col Pescara e con le sue precedenti squadre. A volte ci sono periodi che non gira nulla e possono passare giorni o addirittura settimane prima di rivivere momenti positivi. I tifosi devono stargli vicino perché è un gran giocatore che può e dovrà darci una mano importante per il futuro».
«Deve ritrovarsi» – chiude Mascara – «però questo caso Cutolo va smontato perché è un grandissimo giocatore».
Buone notizie intanto nell'allenamento di ieri per il tecnico Marino dalla lunga lista degli indisponibili. Pelizzoli ha ricominciato a lavorare, così come Schiavi che si è allenato col gruppo. Continuano il percorso riabilitativo Nielsen, Piscitella e Sforzini. Lavoro differenziato per Savelloni e terapie per Belardi. Oggi allenamento a porte chiuse. Venerdì anticipo alle ore 20,30 in casa del Novara.
Andrea Sacchini