SERIE B

Pescara Calcio. Prima del gioco importanti i punti. Marino: «dimostrata grande maturità»

Il tecnico biancazzurro soddisfatto della seconda vittoria di fila in trasferta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2381





PESCARA. Con la serenità di una squadra che ha vinto la seconda partita consecutiva in trasferta, il Pescara godrà di due giorni di riposo in vista del match interno di domenica con la Ternana.
Analizzando partite come quella col Cittadella sarebbe facile e riduttivo commentare che il Pescara ha vinto soffrendo, capitalizzando al meglio una delle poche occasioni create e mantenendo il risultato fino alla fine con grande tenacia ed abnegazione. La realtà però è ben diversa con il Cittadella che ai punti, per chance create e mole di gioco espressa, avrebbe meritato non solo di pareggiare ma anche di vincere la partita. Dopo un ottimo approccio alla gara ed il gol del vantaggio di Ragusa, il Pescara ha smesso di giocare il proprio calcio arretrando troppo il proprio baricentro e favorendo il ritorno di un Cittadella abile nel portare più volte le proprie punte a tu per tu col portiere. Un po' meno però in fase di finalizzazione con Belardi grande protagonista soprattutto nel primo tempo con almeno un paio di prodigiosi interventi.
Detto questo i tre punti in questo momento sono più importanti del gioco e dello spettacolo e fanno morale oltreché classifica.
Il settimo punto nelle ultime 3 giornate da agli abruzzesi una boccata d'ossigeno importante, con la zona play-out per la prima volta in questa stagione a debita distanza.
Con la Ternana però l'undici di Marino è chiamato alla conferma quantomeno del risultato, che in attesa di momenti più propizi per lo spettacolo resta la priorità in attesa del bel gioco.
«Abbiamo sofferto dopo il gol» – ha raccontato Marino – «ma nel secondo tempo non ricordo azioni clamorose del Cittadella a parte un palo esterno. Abbiamo gestito bene la partita e dimostrato che siamo in grado di farlo con la giusta attenzione. Era importante vincere e sono anche contento di aver potuto mettere in campo per la seconda settimana di fila la stessa formazione senza infortuni o squalifiche».
Tante le note positive per il tecnico biancazzurro: «non abbiamo preso gol dopo tanto tempo e ci sono stati diversi passi avanti. Abbiamo gestito bene la gara dimostrando furbizia e maturità. Quando abbiamo sofferto poi la squadra ha lottato unita con reparti corti e pronti nell'eventualità a ripartire. Sono soddisfatto anche perché venivamo da un pareggio interno col Brescia che suonava come una sconfitta».
«Ora bisogna ripetersi anche in casa» – chiude Marino – «perché le buone prestazioni in trasferta devono essere seguite da quelle in casa. Vogliamo vincere anche per metterci in una posizione ancora più tranquilla di classifica».
Andrea Sacchini