SERIE B

Virtus Lanciano. Col Siena per dimenticare Modena. Baroni: «consci della nostra forza»

Beretta: «il Lanciano non è primo per caso...». Mercato: ufficiale Ferrario

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1772




LANCIANO. «Il morale dei ragazzi è buono ed al di là della squalifica di Falcinelli avrò soltanto problemi di abbondanza, il che è positivo». Ha esordito in questo modo Marco Baroni in conferenza stampa in vista della gara di oggi pomeriggio al Biondi contro il quotato Siena. In settimana non sono però mancate polemiche tra le due squadre soprattutto su temi arbitrali, con Baroni che ha bacchettato l'eccessivo vittimismo del club toscano per alcune cattive decisioni dei direttori di gara. Cosa al contrario che la Virtus non ha fatto dopo il torto subito in occasione del gol vittoria del Modena venerdì scorso.
Sul Siena in quanto squadra Baroni è chiaro: «sono molto forti. Se leggo i nomi vedo una squadra pronta per la Serie A. Dovremo fare una gara importante. Ha un potenziale offensivo grandissimo ed un centrocampo ricco di classe. Ci vuole rispetto per l'avversario ma dobbiamo essere consci della nostra forza. Il Siena però arriverà in alto in classifica e la classifica per quanto li riguarda fin'ora è stata bugiarda».
«Ho ricordi belli di quando ero allenatore delle giovanili del Siena» – prosegue il mister della Virtus – «ricordo una finale scudetto ed ho vissuto momenti importanti nella mia crescita professionale».
Importanti novità nello scacchiere di partenza, con lo squalificato Falcinelli che verrà sostituito da Plasmati. Per il resto tutti a disposizione con mister Baroni che ha convocato i portieri Amabile, Casadei e Sepe; i difensori Amenta, Aquilanti, De Col, Mammarella, Nicolao, Scrosta e Troest; i centrocampisti Buchel, Casarini, Di Cecco, Germano, Minotti, Paghera e Vastola; gli attaccanti Fofana, Gatto, Piccolo, Plasmati, Thiam e Turchi.

BERETTA: «SIENA ATTENTO. IL LANCIANO NON È PRIMO PER CASO...»
«Giochiamo sul campo della prima in classifica che non è lì per caso, sarà molto dura» – ha raccontato alla vigilia il tecnico dei toscani, Mario Beretta – «L’importante è continuare nel percorso intrapreso da tempo e che per una serie di motivi nelle ultime tre partite non ci ha dato i punti che avremmo meritato».
«Gli arbitri?» – chiude Beretta – «Non mi interessa parlarne, è acqua passata. Concentriamoci solo sul Lanciano. Se una squadra è capolista dopo dodici partite significa che ha qualità importanti e un impianto di gioco consolidato. Ci vorrà molta attenzione».
Mario Beretta ha convocato 22 giocatori per la trasferta in terra d'Abruzzo: i portieri Bucuroiu, Lamanna e Farelli; i difensori Angelo, Crescenzi, Dellafiore, Feddal, Matheu, Milos e Morero; i centrocampisti D'Agostino, Giacomazzi, Pulzetti, Schiavone, Valiani e Vergassola; gli attaccanti Bedinelli, Giannetti, Paolucci, Rosina, Rosseti e Scapuzzi. Fuori causa Mannini, Grillo e l'ex della contesa Spinazzola.
Virtus Lanciano-Bari verrà diretto da Luigi Nasca della sezione di Bari. Assistenti Melloni e Colella. Fischio d'inizio oggi pomeriggio alle ore 15,00 allo stadio Biondi di Lanciano.
Andrea Sacchini