SERIE B

Virtus Lanciano. Baroni e la classifica: «non era facile ma fin'ora abbiamo retto bene alle pressioni»

I frentani a Modena hanno perso l'imbattibilità ma non il primo posto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1552




LANCIANO. Dopo undici turni è caduta l'imbattibilità anche della Virtus Lanciano, che ha ceduto venerdì a Modena 1-0 grazie ad un gol (in netto fuorigioco, ndr) di Babacar.
I rossoneri non hanno offerto una prova all'altezza delle brillanti uscite con Crotone e Padova, ma la sconfitta appare comunque troppo pesante per l'undici di Baroni, che già sabato al Biondi sono chiamati alla prova del riscatto contro il forte Siena.
«A Modena ci è mancato soltanto il risultato» – ha ammesso il tecnico dei frentani, Marco Baroni – «abbiamo fatto una buona prestazione anche se non siamo stati bravi in alcune situazioni che non abbiamo gestito al meglio. Abbiamo fatto il possibile e non abbiamo giocato ai nostri soliti ritmi. È chiaro che non sempre si può tenere un ritmo alto di gara e a Modena siamo mancati in qualcosa».
Il pareggio sarebbe stato comunque il risultato più giusto: «credo che non ci siano dubbi. Abbiamo avuto qualche buona occasione soprattutto nel finale. Il pareggio era giusto anche perché non siamo stati fortunati nell'episodio del gol loro. Ho rivisto le immagini ed il gol era da annullare, ma questi sono episodi che ci stanno».
«Contro una squadra forte come il Modena e che si esprime molto bene in casa ci può stare una sconfitta» – prosegue Baroni – «ma ho visto ciò che volevo in campo e non ho nulla da rimproverare ai ragazzi».
Nonostante il ko subito la Virtus Lanciano vivrà l'ennesima settimana da capolista della Serie B visto i mezzi passi falsi interni di Cesena e soprattutto Empoli: «il nostro obiettivo era e resta la salvezza al di là di una singola partita vinta o persa».
«Chiaro che la classifica per quanto ci riguarda è importante» – chiude l'allenatore della Virtus Lanciano – «e posso assicurare che non è facile scendere in campo ogni giornata con la pressione di essere la capolista della Serie B. Fin'ora abbiamo sempre retto bene con personalità alle pressioni e per questo non posso che fare un grande plauso alla squadra».
Andrea Sacchini