SERIE B

Pescara Calcio. Tabù vittoria: oggi c'è il 3-4-3 col Latina per cercare di sfatarlo

Il tecnico dei pontini Breda: «il Pescara farà la partita della vita»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3677


PESCARA. Con un pizzico di fastidio per alcune voci sul suo possibile esonero (possibilità inverosimile paventata da organi di stampa fuori regione, ndr), il tecnico Pasquale Marino ieri mattina ha parlato in conferenza stampa ponendo l'accento sull'attuale momento della squadra: «a Palermo la prestazione c'è stata ed il Pescara meritava sicuramente la vittoria. Dobbiamo affrontare la gara col Latina con lo stesso spirito di domenica scorsa. Ci manca soltanto la vittoria per poter affrontare con maggiore serenità il resto del campionato, ma quello fatto fin'ora è stato un lavoro importante e positivo».
Pescara-Latina al di là delle dichiarazioni di facciata vale moltissimo per i biancazzurri, chiamati alla vittoria dopo 2 mesi di digiuno. Infortuni più o meno gravi però, come è sempre successo da diverse settimane a questa parte, hanno un po' rovinato la vigilia di Marino che più per necessità che per scelta si affiderà allo stesso 3-4-3 di Palermo: Zauri, Bocchetti e Schiavi a protezione della porta di Belardi; Rizzo e Brugman centrali di centrocampo favoriti su Viviani con Rossi e Balzano a presidiare le fasce; in attacco Ragusa e Politano con il primo nettamente in vantaggio a giocarsi l'ultimo posto disponibile a completare il tridente con Mascara e Cutolo.
Marino ha convocato i portieri Belardi, Pigliacelli ed Agresta; i difensori Balzano, Bocchetti, Cosic, Frascatore, Rossi, Schiavi, Zauri e Zuparic; i centrocampisti Brugman, Fornito, Kabashi, Ragusa, Rizzo, Viviani e Selasi; gli attaccanti Cutolo, Maniero, Mascara, Padovan, Politano e Vukusic. Out per infortunio Pelizzoli, Capuano, Nielsen e Sforzini. 


BREDA: «IL PESCARA GIOCHERÀ LA GARA DELLA VITA»
Il Latina arriva all'appuntamento carico al punto giusto e con l'entusiasmo di chi, dopo il cambio di allenatore, ha trovato la giusta rotta per una salvezza tranquilla. Con un organico assolutamente all'altezza della categoria, tra le fila dei nerazzurri militano elementi di prim'ordine come Morrone e Jonathas, apparso in questo primo scorcio di torneo tutt'altro giocatore rispetto l'attaccante impacciato e fuori forma dei primi sei mesi in biancazzurro dell'anno scorso. Breda fin'ora sulla panchina del Latina non ha mai perso e proprio a Pescara cercherà la prima vittoria lontana dai propri tifosi. Breda ha convocato al termine dell'ultimo allenamento di rifinitura nel Lazio Iacobucci, Pawlowski, Bruscagin, Cottafava, De Giosa, Esposito, Figliomeni, Bruno, Maltese, Barraco, Crimi, Ristovski, Cejas, Milani, Morrone, Alhassan, Jefferson, Cisotti, Chiricò, Ghezzal, Jonathas e Brosco. Fuori causa Gerbo, Baldan e Di Chiara.
«Stiamo incontrando delle squadre che devono fare la partita della vita, come è successo già a Padova e Trapani» – ha dichiarato alla vigilia il tecnico del Latina sul portale Tuttolatina.it – «il Pescara aggiunge dei valori qualitativi importanti, ha centrocampo e attacco di serie superiore. Ha delle difficoltà, se ha quei punti significa che qualche problema c’è. Noi dobbiamo essere bravi a far male, dovremo avere più attenzione del solito».
«Loro cercheranno in tutti i modi di dare una svolta al loro campionato» – continua il mister del Latina – «Può essere una partita dalle due facce anche per loro, perché nelle difficoltà si possono avere anche delle reazioni negative».
Giocheranno con ogni probabilità dal primo minuto i due ex della gara, Brosco e soprattutto Jonathas: «l'ex Brescia e Torino da ex ha già fatto una partita, e se la fa nello stesso modo mi va bene. Il fattore campo ci sta, non è un problema. Si gioca sempre undici contro undici, queste cose le guardiamo relativamente, col massimo rispetto della piazza. Hanno un tecnico importante che propone un ottimo calcio e con giocatori importanti. Abbiamo però la consapevolezza di aver fatto cose importanti, di poterle ancora fare e di poter migliorare».
Pescara-Latina verrà diretta da Leonardo Baracani della sezione di Firenze. Guardalinee Citro e Zivelli. Calcio d'inizio oggi pomeriggio alle ore 15,00 allo stadio Adriatico di Pescara. Biglietti in vendita anche al botteghino della Curva Nord fino al fischio d'inizio della gara. 

Andrea Sacchini