CALCIO

1°Div/B. L'Aquila non smette più di volare: domata in trasferta 1-0 la Salernitana

Rossoblù in piena corsa per la promozione in Serie B

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1346


SALERNO. L'Aquila espugna con grande merito 1-0 l'Arechi di Salerno e continua a volare in zone di altissima classifica. Match winner, suo malgrado, Siniscalchi al 28esimo della ripresa con uno sfortunato autogol.
Prova autoritaria dell'undici di Pagliari, che per mole di gioco ed occasioni da gol create hanno meritato il successo.
Siamo soltanto alle prime giornate di campionato ma è chiaro che ora L'Aquila non può più nascondersi. Dopo Lecce ed Ascoli, anche il prestigioso Arechi di Salerno, che ha vissuto infiniti trascorsi in Serie A e B, è capitolato sotto i colpi di una L'Aquila tanto organizzata in difesa quanto micidiale e cinica in avanti. L'organico allestito in estate dal Ds Di Nicola sembra all'altezza di continuare sulla falsariga del torneo fin qui disputato ed i tifosi rossoblù possono anche iniziare a sognare.
Avvio di gara equilibrato. Al quinto conclusione velenosa di Corapi che termina sul fondo non di molto. Tre minuti dopo Guazzo da buona posizione esalta i riflessi di Testa.
Al 12esimo direttamente su calcio di punizione Carcione spedisce la sfera a lato non di molto.
Al 25esimo la prima grande occasione da gol della gara con un colpo di testa di De Sousa ben imbeccato da Carcione e pallone di un nulla alto sulla traversa.
Ancora L'Aquila dieci minuti dopo con Dallamano che da distanza siderale impegna severamente Iannarilli.
Al 36esimo Carcione perde un brutto pallone nella propria metà campo e per poco Gustavo non inquadra lo specchio della porta.
In avvio di ripresa Salernitana pericolosa con una bella conclusione di Gustavo ben parata da Testa.
I padroni di casa provano a sorprendere gli abruzzesi soprattutto con tiri dalla distanza ma al 28esimo è proprio L'Aquila a passare in vantaggio. Sugli sviluppi di una punizione del solito Carcione, colpo di testa di Pomante nel mezzo e sfortunata deviazione di Siniscalchi che beffa Iannarilli.
La reazione della Salernitana è sterile e L'Aquila controlla la gara quasi senza difficoltà fino al 90esimo.
Al termine della gara fischi sulla Salernitana a coprire la festa e la gioia dei colori rossoblù. Con questa vittoria L'Aquila è salita a quota 13 punti in classifica, al secondo posto in compagnia del Frosinone.
Anche l'anno scorso L'Aquila aveva espugnato l'Arechi di Salerno, con entrambe le squadre che sul campo pochi mesi dopo avrebbero conquistato la promozione in Prima Divisione.

TABELLINO
SALERNITANA (4-3-1-2): Iannarilli; Luciani, Tuia, Siniscalchi, Piva; Montervino (30'st Mendicino), Volpe, Esposito; Gustavo (40'st Rizzi); Ginestra (20'st Ricci), Guazzo. A disposizione: Berardi, Sbraga, Tuia, Capua. Allenatore: Sanderra.
L'AQUILA (4-3-3): Testa; Scrugli (11'st Gizzi), Pomante, Zaffagnini, Dallamano; Corapi, Carcione (31'st Triarico), Del Pinto; Frediani, De Sousa, Ciciretti (25'st Ciotola). A disposizione: Addario, Di Maio, Ferrante, Infantino. Allenatore: Pagliari.
ARBITRO: Abisso della sezione di Palermo. Presenti sugli spalti circa 8mila spettatori dei quali un centinaio provenienti dal capoluogo abruzzese.
Andrea Sacchini