SERIE B

Virtus Lanciano. A Novara per continuare il sogno. Baroni: «settimana ricca di parole»

Aglietti teme i frentani: «sfruttano molto bene le ripartenze»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3056


LANCIANO. Continuare a sognare qualcosa di assolutamente non pronosticabile alla vigilia del campionato. È questo l'obiettivo della Virtus Lanciano che oggi pomeriggio a Novara vuole continuare a stupire ed a difendere quel primo incredibile posto in classifica.
Mister Baroni nella consueta conferenza stampa del venerdì antecedente la gara ha richiamato per l'ennesima volta i suoi alla massima attenzione e concentrazione, mettendo in guardia i suoi dai pericoli del Novara e da un possibile calo fisico e mentale dopo l'ottimo avvio di campionato.
«Il nostro obiettivo resta la salvezza» – ha raccontato ai microfoni in conferenza stampa il tecnico dei frentani, Marco Baroni – «per fortuna torniamo in campo dopo una settimana ricca di parole. È una partita difficile perché il Novara è una squadra costruita per la promozione. Dobbiamo dimostrare con la prestazione di saper gestire questa settimana difficile piena di sogni e parole».
«Voglio un Lanciano rispettoso, umile ma anche coraggioso» – prosegue Baroni – «giocheremo contro giocatori importanti per la categoria come Rigoni, Buzzegoli e tanti altri. Sarà dura però noi dobbiamo guardare e pensare a noi stessi, cercando di essere il più compatti possibile per fare una buona prestazione. Solo col sacrificio possiamo toglierci delle soddisfazioni».

AGLIETTI TEME IL LANCIANO
«Vedo i ragazzi sereni, e questo è positivo. Dobbiamo essere concentrati ma, allo stesso tempo, sereni» – ha dichiarato invece al sito ufficiale del Novara il tecnico Alfredo Aglietti – «Vogliamo fare una buona prestazione, dobbiamo migliorare ma vogliamo tornare a vincere. Non sarà facile, giochiamo contro la capolista, contro una squadra con tanto entusiasmo e con tanta voglia.
Sono convinto però che la partita la possiamo vincere anche se loro hanno subito solo tre reti. L'unione dello spogliatoio è per noi un valore aggiunto. Abbiamo uomini che sono uniti tra di loro e questo triplica le nostre forze, aiuta a fare risultato».
«La Serie B è molto equilibrata perché ci sono tante squadre molto determinate come il Lanciano, il Latina e l'Avellino che battagliano tutti i 90 minuti» – ha chiuso Aglietti – «Il Lanciano è una squadra che sa giocare a calcio ma che sfrutterà le ripartenze. Dovremo essere bravi nelle coperture difensive e preventive, dipenderà molto da chi schiereranno i nostri avversari. In avanti hanno scelte diverse e differenti per caratteristiche fisiche e tecniche».
Baroni per la trasferta in terra piemontese ha convocato i portieri Amabile, Aridità e Sepe; i difensori Amenta, Aquilanti, De Col, Mammarella, Nicolao e Troest; i centrocampisti Buchel, Calvano, Casarini, Di Cecco, Minotti e Paghera; gli attaccanti Falcinelli, Gatto, Piccolo, Plasmati, Thiam e Turchi.
In 22 invece per mister Aglietti: i portieri Kosicky e Tomasig; i difensori Bastrini, Ludi, Salviato, Nava, Potouridis e Mori; i centrocampisti Buzzegoli, Pesce, Faragò, Katidis, Marianini, Rigoni, Genevier e Parravicini; gli attaccanti Comi, Rubino, Lazzari, Lepiller, Gonzalez e Iemmello.
Novara-Virtus Lanciano verrà diretta da Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo. Guardalinee Citro e Mondin. Calcio d'inizio oggi pomeriggio alle ore 15,00 allo stadio Piola di Novara.
Andrea Sacchini