TUTTO FUMO

Pezzopane, «le canne? Le ho fumate al liceo». E su Berlusconi: «sta male, prenda valeriana»

La senatrice ospite al programma radiofonico Un giorno da pecora

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5699


ROMA. La senatrice PD Stefania Pezzopane, oggi al programma di Radio2 'Un Giorno da Pecora' ha rivelato che da giovane ha provato gli spinelli.
Tutto è partito dalla domanda dei conduttori Lauro e Sabelli Fioretti: senatrice, quali sono i suoi vizi? «Mangio molti dolci, mi piacciono molto i confetti, ne ho appena comprate due scatole». Le canne se l'è mai fatte?
«Sì ma appartengono ad una fase molto antica, che risale ai tempi del liceo». Le ha mai comprate? «No, mi è capitato di stare in situazioni in cui 'giravano'». Che effetto le faceva? «Quasi niente». Le sapeva anche preparare? «No, lo facevano gli altri». Quanti anni aveva quando ha provato gli spinelli? «Diciassette anni, ho provato solo a quell'età», ha spiegato la Pezzopane a Radio2.
La senatrice ha poi consigliato a Silvio Berlusconi di prendere della valeriana: «stare 55 giorni senza dormire sono tanti. Anche mia mamma non dorme da un sacco di giorni… è un fatto dell’età».

Sulla telefonata trasmessa ieri da Piazza Pulita in cui il leader del Pdl denunciava una intromissione del presidente della Repubblica nella sentenza sul Lodo Mondadori ha scherzato meno: «sembra una telefonata in cui un dopato parla…biascica pure un po’… sembra un po’ cotto e l’altra persona mi sembra neutralissima perché sta lì per farlo parlare. Sarà sicuramente un suo collega. La cosa che mi ha più sbalordito è che Berlusconi sta male, si sente un perseguitato, addirittura tira in ballo Napolitano…»
Sulle large intese? «Non ci sono mai state, era un governo di servizio, ad oggi mi pare che non è servito. Troppe differenze e quello si sapeva, ma c’era anche una pseudo intesa su altro. Poi è arrivata la condanna di Berlusconi e si è sfasciato tutto».
A novembre non ci sono i tempi per votare, assicura Pezzopane: «è un’altra sparata di Berlusconi, ne spara una al giorno. Dice che per la legge di stabilità bastano 7 anni… ma sta in Parlamento da 106 anni… non può non saperlo che ci vuole almeno un mese. La sua è la sparata per creare nella pancia del suo elettorato una attesa».