CALCIO

2°Div/B. Tortori-gol al 93esimo ed il Melfi espugna l'Angelini. Per il Chieti è notte fonda

Teatini sfortunati e penalizzati dall'arbitraggio. In settimana -1 in classifica

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2289


CHIETI. Un gol di Tortori al terzo minuto di recupero del secondo tempo condanna il Chieti alla sconfitta interna col Melfi. La classifica ora fa paura per gli abruzzesi, fermi al quintultimo posto con soli 4 punti guadagnati in cinque giornate di campionato.
Per i neroverdi una domenica tutta da dimenticare funestata dai soliti torti arbitrali, che hanno tolto punti importanti in classifica alla formazione di Di Meo. Teatini generosi che non hanno demeritato in campo, ma che hanno pagato a caro prezzo ingenuità e la giornata tutt'altro che positiva della terna arbitrale.
A conferma che il momento del Chieti sia decisamente no, anche la penalizzazione in classifica di un punto che dovrebbe venire in settimana per le note grane relative al mancato pagamento in tempo della fidejussione a garanzia dell'iscrizione del club all'attuale campionato.
In avvio di gara meglio gli ospiti che arrivano alla conclusione già al terzo minuto con Cruz, con Robertiello attento che si rifugia in angolo. Poi tanto possesso palla del Chieti senza arrivare al tiro. Conclusione verso lo specchio della porta al 23esimo con un colpo di testa di Di Filippo sugli sviluppi di un corner con pallone alto non di molto. Tre minuti dopo Gaeta non arriva con un attimo di ritardo all'impatto con la sfera a porta praticamente sguarnita su interessante traversone di Berardino.
Prima del riposo la più ghiotta chance per il vantaggio neroverde capita sulla testa di Mangiacasale che da posizione più che privilegiata non inquadra lo specchio della porta.
Ripresa a ritmi tutt'altro che alti ed occasioni da gol inesistenti nei primi 25 minuti. Al 26esimo l'episodio che avrebbe potuto cambiare la storia del match. Cinque da 2 passi viene vistosamente strattonato da un difensore del Melfi ma solo per l'arbitro Strippoli non è calcio di rigore.
Un minuto dopo, col Chieti ancora visibilmente scosso dal torto arbitrale subito, Cruz esalta i riflessi di Robertiello che si salva.
Alla mezz'ora break del Chieti con Guidone che nel cuore dell'area non centra il bersaglio grosso.
Sempre il centravanti neroverde protagonista al minuto 44 ma il suo pallonetto è di poco impreciso.
In pieno recupero Tortori, in contropiede solo davanti a Robertiello, punisce un Chieti generoso ma inconcludente. Domenica per il Chieti trasferta delicata sul campo dell'Arzanese.

TABELLINO
CHIETI (4-2-3-1): Robertiello; De Giorgi, Dascoli, Di Filippo, Daleno; Della Penna, Borgese (41'st Perfetti); Mangiacasale (25'st De Stefano), Gaeta (6'st Cinque), Berardino; Guidone. A disposizione: Gallinetta, Terrenzio, Di Properzio, Turi. Allenatore: Di Meo.
MELFI (4-4-2): Giordano; Annoni (22'pt Montenegro), Cuomo (18'st Cardore), Dermaku, Cardinale; Rinaldi, Muratore, Neglia, Pinna; Cruz (35'st Ricciardo), Tortori. A disposizione: Perina, Esposito, Muro, Russo. Allenatore: Bitetto.
ARBITRO: Strippoli della sezione di Bari.

Andrea Sacchini