CALCIO

1°Div/B. L'Aquila ammazza grandi. Dopo Lecce espugnata 3-1 anche Ascoli

De Sousa, Frediani e Gallozzi: festa rossoblù al Del Duca

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1949

ASCOLI. Altra enorme impresa dell'Aquila che con un perentorio 3-1 si sbarazza in trasferta dell'Ascoli. Nel primo tempo vantaggio degli ospiti con De Sousa al minuto 25 e pareggio di Malatesta al 28esimo. Nella ripresa i gol vittoria di Frediani e Gallozzi rispettivamente al quarto e 35esimo minuto.
Prova autoritaria dell'undici di Pagliari che sul campo dimostra l'ottimo momento psico-fisico dei suoi ragazzi, capaci di giocare un buon calcio e di riscattare prontamente l'immeritata sconfitta di sette giorni fa al Fattori col Pisa. I rossoblù giocano, si divertono e dopo Lecce compiono un'altra grandissima impresa in trasferta espugnando uno stadio che per anni ha vissuto i fasti della Serie A e della B.
Dopo un primo tempo tutt'altro che facile, L'Aquila nella ripresa ha legittimato il risultato contenendo senza grossi problemi le sfuriate dell'Ascoli. Vittoria meritata perfetta sintesi di cinismo e determinazione.
Avvio di gara però difficile per gli abruzzesi. Al 18esimo Ascoli ad un passo dal vantaggio con Malatesta che da ottima posizione colpisce il palo. La clamorosa chance subita sveglia dal torpore L'Aquila che al 25esimo passa in vantaggio. Intuizione di Corapi in profondità per De Sousa che col destro fredda Russo. È un ottimo momento per L'Aquila che al 27esimo va vicina al 2-0 con Corapi che non inquadra di un nulla lo specchio della porta.

Soltanto 60 secondi dopo ed ecco il pareggio dei marchigiani. Palla nel mezzo per Capece che addomestica il pallone per la battuta a rete vincente di Malatesta in piena area di rigore. Prima del riposo Frediani di testa ha la ghiotta occasione per il nuovo vantaggio dei rossoblù ma il suo colpo di testa è troppo debole e centrale tra le braccia del portiere. Poi ci prova senza fortuna Carcione che non sorprende Russo.
Nella ripresa al quarto minuto il 2-1 dell'Aquila. Ottimo spunto di Scrugli che sul secondo palo trova la battuta al volo di Frediani che insacca.
In difesa L'Aquila non rischia nulla e contiene al meglio gli sterili attacchi di un Ascoli incapace di reagire. Al 36esimo il gol che chiude la partita di Gallozzi, che all'altezza del dischetto del rigore finalizza un bel suggerimento dalla destra di Ciotola.
Nel finale solo Tripoli non si arrende e sfiora il secondo gol dei bianconeri prima di testa e poi di piede. In entrambe le occasioni sfortunato l'attaccante marchigiano.
Con questa vittoria L'Aquila è salita a quota 7 in classifica. Senza dubbio ottimo l'impatto con la nuova realtà della Prima Divisione per gli aquilani, che continuando di questo passo potranno togliersi parecchie soddisfazioni nel corso del campionato. Domenica prossima appuntamento al Fattori con il Viareggio.

TABELLINO
ASCOLI (4-3-3): Russo; Scalise, Bianchi, Schiavino, Giacomini; Capece, Pestrin, Colomba (14'pt Scognamiglio, 18'st Iotti); Falzerano, Malatesta, Tripoli. A disposizione: Piacenti, Gandelli, Scicchitano, Randall. Allenatore: Vallesi.
L'AQUILA (4-3-3): Testa; Scrugli, Zaffagnini, Pomante, Dallamano; Del Pinto, Carcione (29'st Ciotola), Corapi; Frediani, De Sousa, Ciciretti (17'st Gallozzi, 37'st Triarico). A disposizione: Addario, Gizzi, Ligorio, Infantino. Allenatore: Pagliari.
ARBITRO: Illuzzi della sezione di Molfetta. Presenti sugli spalti circa 2mila spettatori.

Andrea Sacchini