SERIE B

Virtus Lanciano. Baroni ed il coraggio di osare: «a Cesena abbiamo giocato senza paura»

Il tecnico dei frentani è soddisfatto del primo successo stagionale dei suoi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2371


LANCIANO. Un gol di Falcinelli, a coronamento di una grande prestazione di squadra, ha consentito ieri alla Virtus Lanciano di agguantare la prima vittoria stagionale in gare ufficiali. Tre punti di vitale importanza per la classifica al cospetto di una squadra tutt'altro che mediocre sotto il profilo tecnico. Con Baroni, almeno stando a quanto visto in queste prime giornate, il sodalizio frentano ha trovato la giusta continuità del progetto tecnico iniziato 3 anni fa con Carmine Gautieri. La squadra, sulla carta più forte rispetto quella dell'anno scorso, gioca seguendo alla lettera i dettami dell'ex allenatore della Primavera della Juventus praticando un calcio frizzante e propositivo, fatto di rapidità ed agonismo.
«È stata una vittoria importante perché la squadra ha fatto quello che ho chiesto alla vigilia» – ha raccontato a fine gara il tecnico dei frentani, Marco Baroni – «siamo venuti a giocare la nostra partita senza paura con grande rispetto verso l'avversario e verso uno stadio molto difficile e prestigioso. Ho visto il giusto coraggio e sono molto soddisfatto della prova dei miei ragazzi che hanno pienamente meritato la vittoria». 

«Sono tre punti che riscattano il pareggio della settimana scorsa con la Reggina» – prosegue Baroni – «dove abbiamo giocato bene ma non siamo riusciti a chiudere la partita. Col Cesena invece tutto ci è riuscito molto bene. Abbiamo costretto il Cesena a giocare in maniera orizzontale cercando di limitare la grande qualità dei loro esterni e centrocampisti. Abbiamo concesso poco. Gli episodi arbitrali? Non li commento, preferisco pensare alla prestazione dei miei ragazzi».
Buono anche l'esordio del neo-acquisto Casarini, che in mezzo al campo ha saputo abilmente coniugare qualità e quantità: «è un ottimo acquisto ma già lo sapevamo. L'ho scelto subito tra i titolari perché è pronto anche se non è ancora in grado di reggere per tutti i 90 minuti. Sicuramente è un'arma in più per questo Lanciano. Nel corso della stagione tutti saranno utili considerata la lunghezza infinita del campionato di Serie B». 

Andrea Sacchini