IL BILANCIO

Abruzzesi dal difensore civico, «chiedono aiuto per giustizia e sanità»

Consuntivo di Nicola Sisti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5601





ABRUZZO. Giustizia e sanità: sono i settori su cui si è maggiormente concentrata l’attività del Difensore Civico regionale nel corso del 2012.
I contenuti della relazione sono stati illustrati ieri mattina dal Difensore Civico Nicola Sisti, dalla Dirigente del Servizio Michela Leacche e dalle funzionarie responsabili delle sedi dell’Aquila e Pescara Federica Lorenzetti ed Emiliana Di Sabato.
«Le richieste che arrivano all’Ufficio da parte dei cittadini – spiega Sisti – riguardano soprattutto questioni afferenti la giustizia e la sanità. Sulla giustizia il problema principale è rappresentato dalla riforma della geografia giudiziaria: la soppressione dei tribunali subprovinciali, infatti, rischia di creare disagi enormi all’utenza, chiudendo presidi da sempre a servizio dei territori di riferimento. Per quanto riguarda la sanità, invece, abbiamo affrontato numerose vicende legate alla riduzione illegittima delle terapie in nome della spending review. E abbiamo proceduto all’istituzione delle commissioni paritetiche nelle 4 Asl regionali, di cui fanno parte anche i rappresentanti delle associazioni di volontariato e dei tribunali per i diritti del malato».
Ma il Difensore Civico si è occupato di molti altri temi: dalla tutela del diritto di accesso agli atti pubblici (con il caso a esempio di un Comune che aveva imposto costi esorbitanti per la riproduzione dei documenti), alle richieste di pagamento di tributi non dovuti.
E’ intervenuto anche sui temi della ricostruzione, accelerando la chiusura delle pratiche di esproprio dei terreni su cui sono stati realizzati i Map e i condomini del Progetto Case. Proprio nei giorni scorsi, Sisti è intervenuto anche sulla reintroduzione dei parcheggi a pagamento nel centro storico dell’Aquila, ottenendo dal Comune la sospensione del provvedimento