CICLISMO

Pescara/ Ciclismo: svizzero Reichenbach vince 67° trofeo Matteotti

Protesta anti antenne durante la gara

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5336







PESCARA. Lo svizzero Sébastien Reichenbach, classe 1989, ha vinto la 67esima edizione del Trofeo Matteotti. Ha preceduto il compagno di squadra, Johann Tschopp, entrambi della Iam Cycling, giunti sul traguardo di Piazza Duca degli Abruzzi a braccia alzate. I due svizzeri sono stati protagonisti assoluti della gara: in fuga sin dal primo giro, insieme con un drappello di dieci corridori. Esclusa dall’azione principale, i corridori della Fantini Vini di Taborre e Rabottini, che hanno tentato (inutilmente) il recupero sui battistrada. Dopo 12 giri, la coppia Reichenbach-Tschopp, ha fatto la differenza sulla salita di Montesilvano Colle, e si è involata verso il traguardo di Pescara. Al terzo posto, la volata del gruppo è stata vinta da Enrico Battaglin (Bardiani Valvole-Csf). Presente anche il Ct azzurro, Paolo Bettini, che ha seguito la gara in ammiraglia.

Reichenbach, ha percorso i 188,500 km del Matteotti in 4 ore 47 minuti e 22 secondi, alla media di 39,500 km/h. I partecipanti sono stati 113, di cui 46 giunti all'arrivo e 67 ritirati. I due svizzeri Reichenbach e Tschopp sono stati protagonisti assoluti della gara: in fuga sin dal primo giro, insieme con un drappello di dieci corridori. Esclusi dall'azione principale, i corridori della Fantini Vini di Taborre e Rabottini, hanno tentato inutilmente il recupero sui battistrada: dopo 12 giri, la coppia Reichenbach-Tschopp, ha fatto la differenza sulla salita di Montesilvano Colle, e si è involata verso il traguardo di Pescara. La volata del gruppo, arrivato a 48 secondi dagli svizzeri, è stata vinta da Enrico Battaglin (Bardiani Valvole-Csf)
 

BETTINI, HO VISTO BENE BATTAGLIN
C'era anche il commissario tecnico della nazionale italiana Paolo Bettini a seguire la gara.  A due mesi dai Mondiali di Firenze, il ct azzurro ha iniziato i suoi giri per visionare i papabili azzurri. «Ho visto una gara molto selettiva - ha detto il ct - come è di solito il Matteotti. Il grande caldo ha creato problemi a diversi atleti, ma alla fine ho visto comunque buone cose. Mi ha fatto piacere vedere salire sul podio Battaglin che al Giro d'Italia era stato sfortunato per una caduta. Oggi gli è andata sicuramente meglio».

Per la squadra dei Mondiali, nulla è deciso. «Tutti devono sperare - ha spiegato Bettini - di poterci essere. Mancano ancora due mesi e io sto seguendo diverse gare per poter valutare meglio. Vedo tutti e alla fine deciderò».

PROTESTA PACIFICA
Protesta pacifica nel corso della gara da parte dei cittadini del comitato "No antenne a Pescara Colli": una cinquantina di persone ha esposto decine di striscioni al passaggio dei corridori per manifestare contro la costruzione di antenne per la telefonia mobile, prevista per il 2013, nel quartiere cittadino. In particolare a protestare sono i residenti di via Valle Furci dove è stato già costruito un basamento per il posizionamento di una antenna. I cittadini che hanno raccolto e consegnato al sindaco di Pescara, Luigi Albore Mascia, 1.329 firme, chiedono al Comune di dare delle risposte alla paventata costruzione delle antenne. Nelle settimane scorse l'Amministrazione Comunale di Pescara ha emesso un provvedimento di annullamento in autotutela per quanto riguarda l'installazione dell'antenna in via Valle Furci, che è però scaduto. I cittadini chiedono che sia il Vas (Valutazione Ambientale Strategica) a pronunciarsi nel merito.

ORDINE D’ARRIVO

 1)  Sébastien Reichenbach (Iam Cycling) ha coperto i 188.500 in 4 ore e 47’, 22”, alla media oraria di 39.500.

2) Johan Tschopp (Iam Cycling);

3) Enrico Battaglian (Bardiani Valvole) a 48”;

4) Leonardo Pinizzotto (Team Nippo);

5) Mauro Finetto (Fantini Vini-Sella Italia);