LA TRAGEDIA

TRENO DERAGLIATO IN SPAGNA, IL VIDEO DELLO SCHIANTO A 200 KM/H

In quel tratto non si possono superare gli 80 km/h

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

8826

SANTIAGO DE COMPOSTELA. Dopo un lungo rettilineo, percorso a 250 chilometri orari, un tunnel e, subito dopo, una curva a sinistra "chiusa". La motrice esce dai binari e si incanta contro un muro; la seconda carrozza si sgancia, si impunta e causa l'innalzamento delle altre carrozze, che salgono fino a sei metri per poi ricadere pesantemente, sbattendo i passeggeri come palline in un barattolo. Le immagini che riesce a riprendere una telecamera posta su un palo della ferrovia lungo il tracciato sono spaventose e mostrano la pazzesca velocità con cui il convoglio ha imboccato la curva.

«Andavo a 190, spero che non ci siano vittime altrimenti me le porto sulla coscienza», esclama dalla cabina, via radio, alla stazione pochi istanti dopo lo schianto: 190 km/h in un punto in cui è vietato superare gli 80 perché la curva è difficile e, soprattutto, la linea non è attrezzata per l'alta velocità. Esclusa invece subito l'ipotesi dell'attentato, avanzata dopo che un testimone aveva detto di aver sentito un'esplosione: in realtà si trattava del violento boato dell'impatto. Errore umano, guasto dei sistemi di sicurezza o difetti della motrice?