LEGGE ETEREA

Antenne S.Silvestro, Fico prende l’impegno: «se ne occuperà la Commissione Vigilanza Rai»

Consiglio comunale approva un’altra delibera per la delocalizzazione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4893




PESCARA. C’è l'impegno personale in Commissione di Vigilanza Rai del presidente Roberto Fico, per affrontare il problema della delocalizzazione delle antenne di S.Silvestro a Pescara.
Ad annunciarlo è stato ieri mattina lo stesso Fico nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte i parlamentari abruzzesi del movimento; saranno inoltre presentate dallo stesso M5S interrogazioni parlamentari sulla vicenda a vari Ministeri.
Dallo scorso 6 luglio alcuni componenti del comitato 'No Elettrosmog' stanno digiunando per chiedere di delocalizzare le antenne e i ripetitori televisivi. Il 9 luglio i parlamentari abruzzesi del Movimento 5 Stelle avevano anche loro attuato uno sciopero della fame per un giorno, in segno di «totale solidarietà ai residenti e soprattutto alle mamme del quartiere San Silvestro di Pescara».
«Il caso merita senza dubbio attenzione e il caso deve essere risolto il prima possibile», ha detto Fico. Il M5S presenterà in Commissione di Vigilanza Rai una interrogazione a riposta scritta sull'argomento.

Dopo l'incontro con i comitati cittadini di San Silvestro Fico è andato alla sede Rai di Pescara per una visita informale.
Intanto ieri il sindaco Mascia ha firmato una nuova delibera con la quale si ribadisce che «l’’amministrazione comunale non concederà mai l’utilizzo del territorio pescarese per l’installazione di impianti radio-televisivi, né a San Silvestro né in qualunque altro punto della città, accertata l’inidoneità del nostro territorio e tenendo conto che il nostro Comune non compare neanche tra i siti assentiti dalla Regione Abruzzo».
La delibera, sollecitata dal comitato anti antenne, ha ricevuto il voto unanime del Consiglio comunale, 24 voti su 24 presenti.
«Ai cittadini di San Silvestro – ha detto in aula il sindaco Albore Mascia – va la mia solidarietà e la mia vicinanza umana, specie a fronte di una protesta in cui alcuni residenti stanno anche mettendo in pericolo la propria salute per una battaglia che ormai portano avanti da vent’anni.
La nuova delibera sarà inviata al Ministero dello Sviluppo Economico, all’Agcom, alla Regione Abruzzo e alla Provincia di Pescara.