CALCIO

L'Aquila e Teramo: conferma per Pagliari, divorzio con Cappellacci

Ufficiale l'addio: si fa il nome di Christian Bucchi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1428




TERAMO. Nonostante l'ottimo campionato disputato da neopromossa del Teramo tutti gli indizi lasciavano presagire ad un divorzio a fine stagione tra il sodalizio di Luciano Campitelli ed il tecnico Roberto Cappellacci. Ieri tramite un comunicato ufficiale il Teramo ha confermato l'addio dell'oramai ex allenatore, che nei prossimi giorni potrebbe accordarsi con qualche altra formazione di Lega Pro.
Alla base della rescissione consensuale del contratto, un rapporto non sempre idilliaco con parte della dirigenza biancorossa. Cappellacci, che aveva in essere un contratto fino a giugno 2014, ha avuto grandi meriti nella positiva stagione del Teramo, portando una buona squadra a sfiorare la promozione in Prima Divisione al cospetto di una L'Aquila ben più attrezzata soprattutto dalla metà campo in su.
Una volta sistemate dunque le carte per l'iscrizione al prossimo campionato di Seconda Divisione, con la speranza sempre viva di un eventuale ripescaggio nell'ex C1, il club di Campitelli cercherà il nuovo allenatore. A tal proposito negli scorsi giorni si è fatto già il nome di Christian Bucchi, ex allenatore della Primavera e prima squadra del Pescara e fratello dell'attaccante del diavolo.
In casa L'Aquila invece i primi effetti della splendida promozione in Prima Divisione non si sono fatti attendere. A meno di clamorose sorprese infatti il contratto di mister Giovanni Pagliari, in scadenza tra pochi giorni, dovrebbe essere rinnovato di un altra stagione. Nuova scadenza al 2014 che premierebbe il grande lavoro di Pagliari, giunto al timone dei rossoblù nel momento più delicato della stagione, quando anche le chance di partecipare ai play-off promozione erano poche. A fine gara tra un brindisi e l'altro il tecnico ha parlato con il presidente Corrado Chiodi, che ha manifestato tutta l'intenzione di prolungare l'accordo anche per il prossimo campionato.
Andrea Sacchini