IL VIDEO

Abruzzo/Colletti (M5S) alla Camera: «quest’aula è inutile, emendamenti bloccati da oscuri funzionari»

«La volontà è quella di strozzare il dibattito»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4638





ROMA. Andrea Colletti, deputato pescarese del Movimento 5 Stelle, si è distinto in questi mesi come uno dei neo eletti più critici e duri nei confronti dell’organizzazione del lavoro all’interno del Parlamento.
Prima si è scagliato contro i ‘pianisti’, poi contro i deputati del Pdl («sono abituati a mentire come il loro capo») e il governo Letta :«sembra la trattativa Stato-Mafia» .

Qualche giorno fa se l’è presa anche con i grillini dissidenti e li ha invitati a lavorare di più e chiacchierare di meno, lunedì ha denunciato le difficoltà di lavorare in Parlamento sostenendo che il ‘sistema’ sia creato ad arte per frenare le iniziative legislative. 


Ieri l’ultima uscita: «quest’aula è inutile», ha detto ai colleghi deputati, «se non discutiamo gli emendamenti. La volontà della presidenza è bloccare tutti gli emendamenti tesi a modificare il decreto. E’ strano che alcuni emendamenti approvati al Senato, che nulla c’entrano e che saranno giudicati incostituzionali, siano passati al vaglio dei funzionari della presidenza del Senato. Forse la volontà è quella di strozzare il dibattito, noi forse dobbiamo essere dei meri esecutori di quello che prevede il governo. La sua lettera è pilatesca presidente Boldrini, è un modo per lavarsi la coscienza rispetto alle gravissime responsabilità del presidente del Senato che ha autorizzato la presentazione di quegli emendamenti. Noi dovremmo qui discutere, approvare o contrastare gli emendamenti e non oscuri funzionari che non sono stati votati da nessuno. Qual è il concetto di democrazia e di centralità di parlamento che lei presidente Boldrini vuole attuare. Se non possiamo discutere gli emendamenti allora quest’aula è inutile e tanto vale andarcene e lasciamo tutto il potere a questo governo, cambiando anche impianto costituzionale».