CALCIO

Delfino Pescara. Marino, Repetto e l'entusiasmo della piazza: da qui si riparte

Sul mercato la priorità è sfoltire l'organico. In entrata si parla di Cutolo ed Insigne

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2756





PESCARA. Applausi scroscianti per Marino ed una vera e propria ovazione per Giorgio Repetto, storica bandiera biancazzurra, nel bagno di folla di sabato al Porto Turistico di Pescara. È da qui che il Pescara dovrà ripartire cercando di non dilapidare, come fatto l'anno scorso, il dilagante entusiasmo della piazza che vuole dimenticare al più presto il disastro dell'ultima stagione. La società, prima colpevole della retrocessione netta e senza attenuanti in Serie B, già dalle prime mosse pare aver tratto i giusti insegnamenti dai grossolani errori del passato campionato. A partire dalla campagna abbonamenti, quest'anno nel complesso più a dimensione del tifoso dopo i prezzi folli della Serie A, per arrivare alla scelta dell'amatissimo dalla piazza Giorgio Repetto come responsabile dell'area tecnica del Delfino e l'ingaggio di Pasquale Marino, che può essere l'uomo giusto per la rinascita del Delfino. Amante di un calcio propositivo e sbarazzino, proprio come piace ai tifosi biancazzurri dal palato fino dopo i trionfi di Galeone e Zeman, l'ex tecnico di Catania ed Udinese fin da subito ha conquistato il cuore degli sportivi pescaresi. La priorità sarà quella di cercare di creare sin da subito una identità precisa di squadra. Tutto quello in sostanza che è mancato l'anno scorso ad una squadra già di per se povera sotto il profilo tecnico. Sarà proprio sul carattere che Marino dovrà lavorare molto, individuando insieme al Ds Repetto quei giocatori assetati di riscatto e pronti a rimettersi in gioco con questa maglia. 


MERCATO IN ENTRATA. DOPO ZUPARIC SI PUNTANO CUTOLO ED INSIGNE jr
Il weekend ha portato in dote al Pescara anche il primo colpo ufficiale del mercato in entrata. Il difensore croato Dario Zuparic, prelevato per una cifra vicina ai 600mila euro dal club croato del Cibalia. Sistemato il primo “buco” in difesa, il Ds Repetto cercherà con tutte le forze di portare il padovano Cutolo ed il regista dell'Empoli Valdifiori in biancazzurro. Tra i tanti nomi in entrata anche quello di Roberto Insigne, che potrebbe ripercorrere le stesse orme del fratello Lorenzo in riva all'Adriatico. 


MERCATO IN USCITA. LA PRIORITÀ RESTA QUELLA DI SFOLTIRE L'ORGANICO
Per quanto riguarda le operazioni in uscita, la priorità del responsabile dell'area tecnica Giorgio Repetto sarà quella di sfoltire l'organico. Considerati gli addii quasi scontati degli stranieri, Bjarnason, Vukusic e Celik su tutti, restano da piazzare in B o in categorie inferiori elementi che al momento non hanno grandissimo mercato. Cascione, legato fino a giugno 2015, non sembra rientrare nei piani tecnici del Delfino mentre per Bianchi Arce si tenterà di percorrere la strada difficile della risoluzione contrattuale. Rizzo potrebbe restare come alternativa ai titolari. Abbruscato ha qualche estimatore in Serie B come Sforzini, che stimato da Repetto dovrebbe restare in riva all'Adriatico.
Tra prestiti e mancati riscatti via libera definitivo per i vari Perin, Modesto, Sculli, D'Agostino e Caraglio. Impossibile un rinnovo a Zanon, che ha già annunciato l'addio alla maglia pescarese. Ad ore infine Togni firmerà un biennale con l'Avellino.


Andrea Sacchini