POLITICA

PD: «ELEZIONI VIETATE AI MOVIMENTI». GRILLO: «ALLORA NOI NON CI SAREMO»

«Perché non si occupano della ineleggibilità di Berlusconi?

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2819

ROMA. Finocchiaro e Zanda propongono una legge che sbarra la strada ai movimenti.
Prevede che i soggetti non dotati di personalità giuridica non possano partecipare alle elezioni ne' accedere a finanziamenti. Proprio il Movimento 5 Stelle, la vera sorpresa dell'ultimo voto e terza forza politica del Paese, sarebbe tra le prime vittime della proposta. Infatti senza una riforma interna non potrebbe presentarsi alle prossime elezioni.
E Beppe Grillo fa sapere: «se passa, diserteremo in massa il voto. I partiti si prenderanno davanti al Paese la responsabilità di lasciare milioni di cittadini senza alcuna rappresentanza e le conseguenze sociali di quello che comporterà. Perchè piuttosto non si occupano della ineleggibilità di Berlusconi?»