CALCIO

Teramo-Aprilia. Campitelli: «ho sempre avuto grande fiducia in questa squadra»

Domenica 26 maggio gara 1 dei play-off allo stadio di Piano d'Accio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2684




TERAMO. La sbornia per l'incredibile finale di partita con la Salernitana è ormai alle spalle e per il Teramo è già tempo di concentrarsi ai play-off. Gara 1 è prevista domenica 26 maggio alle ore 16,00 allo stadio di Piano d'Accio. Ritorno 7 giorni dopo in terra laziale con l'Aprilia che avrà nell'arco dei 2 match il piccolo grande vantaggio del miglior piazzamento ottenuto nella stagione regolare. Il Teramo però ha dimostrato nelle ultime giornate di essere probabilmente la squadra più in forma delle 4 finaliste.
In città per l'andata è previsto il pubblico della grandi occasioni ed almeno questa è la speranza del dimissionario presidente del Teramo, Luciano Campitelli: «abbiamo bisogno dei nostri tifosi. Mi auguro che lo stadio sia pieno perché abbiamo bisogno del loro calore».
Nessun passo indietro sulle dimissioni di qualche settimana fa: «le dimissioni restano ma sono sempre il primo tifoso del Teramo. Per il futuro si vedrà, non cederemo mai la società a persone poco serie».
Sull'incredibile gara vinta 4-1 con la Salernitana, che per un gol ha regalato al Teramo il biglietto per i play-off promozione: «la squadra ha voluto la vittoria a tutti i costi con grande sacrificio fino alla fine. Vincere in questo modo all'ultimo minuto è qualcosa di incredibile. Sono emozioni davvero uniche che a volte solo lo sport può dare. Meritiamo di giocarci la promozione, ho sempre creduto in questa squadra».
«Chi ha costruito questa squadra ha dimostrato le proprie qualità» – chiude Campitelli – «e la città di Teramo deve essere orgogliosa di questi ragazzi. C'è grande entusiasmo e se giochiamo così possiamo dire la nostra fino alla fine».
Ai laziali potrebbero bastare 2 pareggi ma questo Teramo fa paura, come ha raccontato in settimana il tecnico dell'Aprilia, Paolo Favaretto: «il Teramo è una buona squadra. Siamo nei play-off per fare uno scherzetto a chi sulla carta può essere più forte di noi. Non dimentichiamoci che l'Aprilia è nel panorama professionistico da soli 2 anni...».
Andrea Sacchini