CALCIO

Lega Pro. Il Teramo va ai play-off ma il Poggibonsi inoltra ricorso

Il patron Pianigiani: «partita Teramo-Salernitana vergognosa»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2989






TERAMO. Per il Teramo neanche il tempo di festeggiare l'epica impresa della qualificazione ai play-off per il rotto della cuffia e subito scattano le prime polemiche. Il Poggibonsi, scaraventato fuori dalla griglia play-off per il gol del 4-1 del Teramo di De Stefano all'ottavo minuto di recupero, nella giornata di ieri ha presentato un esposto alla Procura Federale. Motivo del contendere la mancanza di contemporaneità nell'ultimo turno di campionato, più precisamente il match Teramo-Salernitana sospeso nel corso della ripresa per oltre un quarto d'ora per un violento nubifragio caduto sulla città abruzzese. Il Poggibonsi, ha fatto sapere la società tramite un comunicato inoltrato alla Procura Federale ed alla Lega Pro, si è lamentato non della sospensione della gara del Teramo ma per il mancato stop del match esterno col Foligno. Con la partita del Teramo ferma al contrario di quella del Poggibonsi, non si è verificata la contemporaneità delle gare, punto cruciale che ha spinto il club toscano ad inoltrare l'esposto agli organi competenti.
«Sono stato al telefono con il presidente Macalli per lungo tempo» – ha raccontato il presidente del Poggibonsi, Antonello Pianigiani – «e gli ho detto in maniera chiara che quello successo tra Teramo-Salernitana è una cosa vergognosa. Abbiamo avuto un arbitro che non ci ha dato un rigore nettissimo ed ha annullato ad un altro nostro giocatore un gol regolarissimo».
«Vedere un match sospeso su di un campo sintetico come quello di Teramo fa ridere» – affonda il colpo Pianigiani – «è uno scandalo anche perché il Poggibonsi meritava più di tutti i play-off. Questo non è calcio, non riesco a spiegarmi come la Salernitana possa perdere 4-1 con il Teramo...».
Andrea Sacchini