SERIE B

Virtus Lanciano. Aquilanti non fa calcoli salvezza: «ci sono troppi scontri diretti»

Il terzino frentano: «pensiamo a noi stessi, manca qualche punto»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1886






LANCIANO. Nelle ultime 3 giornate saranno tanti gli scontri diretti che metteranno di fronte compagini coinvolte per evitare la retrocessione diretta o i play-out. Focalizzando l'attenzione sulla prossima giornata spiccano Spezia-Lanciano e Cittadella-Reggina. Decisamente più interessante il 41esimo turno che vedrà Ascoli-Ternana, Bari-Cesena e Reggina-Grosseto. Ultimo turno che prevede Cesena-Pro Vercelli, Cittadella-Ascoli, Grosseto-Bari e soprattutto Vicenza-Reggina.
Con tutti questi scontri diretti ancora da giocare è chiaro che la quota salvezza potrebbe abbassarsi e per la Virtus potrebbero bastare altri 3-4 punti. Ne è convinto Antonio Aquilanti, che ha analizzato l'attuale situazione del Lanciano e le chance di salvezza dei frentani: «è impossibile fare calcoli adesso. Ci sono talmente tanti scontri diretti da qui alla fine che sarà impossibile che tutte facciano bottino pieno. Se vince una squadra, l'altra perde punti. Pensiamo solo a noi stessi perché al Lanciano serve ancora qualche punto per la salvezza».
«Andiamo a La Spezia per fare la nostra gara» – prosegue il terzino dei frentani – «pur sapendo che loro sono una buonissima squadra. Cercheremo di fare bottino pieno senza pensare di avere 3 punti di vantaggio sulla zona play-out. Lo Spezia ha attaccanti di categoria superiore, dovremo essere concentrati sempre ma affrontare la gara con la giusta serenità».
Doveroso un passo indietro al pareggio di sabato scorso con il Crotone. Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? «Se guardiamo la classifica sicuramente l'abbiamo migliorata. È stato un punto positivo, però se analizziamo la partita avremmo potuto vincerla con un atteggiamento diverso. Abbiamo sentito forse troppo la gara ed in campo non abbiamo dato quello che volevamo e potevamo dare. Dovevamo gestire la gara in un modo diverso».
«L'unico rammarico fin'ora» – chiude Aquilanti – e non aver chiuso prima il discorso salvezza visto che le nostre concorrenti nelle ultime giornate hanno fatto pochissimi punti. Purtroppo abbiamo sprecato tante occasioni importanti alla nostra portata. Meritiamo però di rimanere in Serie B».
Ieri intanto ultimo giorno di allenamento in Abruzzo prima della partenza per La Spezia. Mister Carmine Gautieri ha convocato 21 giocatori: i portieri Amabile, Aridità e Leali; i difensori Almici, Amenta, Aquilanti, Almici, Mammarella, Rosania e Scrosta; i centrocampisti D'Aversa, Di Cecco, Minotti, Paghera, Vastola e Volpe; gli attaccanti Falcinelli, Falcone, Fofana, Piccolo, Plasmati e Turchi.
Andrea Sacchini