CALCIO

2°Div/B. Nel derby il Teramo è perfetto: domata con merito 2-0 L'Aquila

Grande prova dei padroni di casa. Undici di Pagliari mai in partita

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1233





TERAMO. Il Teramo con un perentorio 2-0 non da scampo all'Aquila e riapre la corsa per un piazzamento in zona play-off. Al quarto del primo tempo vantaggio di Bucchi, poi al 13esimo minuto della ripresa il 2-0 griffato Foglia.
Successo di grandissima importanza per i padroni di casa, che hanno approfittato dei passi falsi delle prime 5 forze del campionato (Salernitana già promossa esclusa, ndr) e si sono avvicinati a 2 sole lunghezze dai play-off. Per L'Aquila invece un'occasione d'oro gettata alle ortiche per raggiungere il terzo posto visto il pareggio del Chieti e la sconfitta dell'Aprilia.
Derby male interpretato dall'undici di Pagliari, che ha fermato la propria striscia positiva di vittorie a 2 dopo una prestazione sicuramente non in linea con il valore tecnico della squadra. Il Teramo, perfetto sotto tutti i punti di vista, ha opposto cuore, determinazione e maggiore organizzazione al superiore tasso tecnico di una L'Aquila mai davvero in partita. Prova importante della squadra di Cappellacci soprattutto a livello caratteriale, con i problemi societari dimenticati in 90 minuti giocati davvero ad ottimi livelli e ad alti ritmi.
In avvio meglio L'Aquila che già al primo perviene alla conclusione in porta con Improta: para facile Serraiocco. È solo un'illusione però perché al quarto minuto è il Teramo a passare in vantaggio con Bucchi, che dopo una bella azione corale di prima intenzione insacca nel cuore dell'area di rigore libero da marcature.
Al 18esimo l'unica chance del primo tempo per L'Aquila. Improta da 2 passi pasticcia e non trova il tempo di battere a rete. Al 33esimo da ottima posizione è il turno di Ambrosini che defilato non inquadra di poco lo specchio della porta.
Nella ripresa ci si aspetta una reazione più convinta dell'Aquila, ma al 13esimo è ancora il Teramo ad andare in rete. Da fuori area Foglia controlla un buon pallone e con un gran destro realizza alle spalle dell'incolpevole Leuci. Teramo 2, L'Aquila 0.
I rossoblù spariscono dal campo ed al 20esimo Bucchi in acrobazia centra la traversa su bella intuizione di Ambrosini.
Il finale è tutto del Teramo che sfiora il tris in diverse occasioni. Prima Scipioni spara fuori sugli sviluppi di un cross poi Caidi di testa al 45esimo sfiora il palo con un colpo di testa all'altezza degli undici metri.
Con questa vittoria il Teramo è salito a 47 punti in classifica, a meno 2 dal Poggibonsi sesto. L'undici del capoluogo resta invece a 52 punti, ad una lunghezza dall'Aprilia terza. Domenica prossima Poggibonsi-L'Aquila e Teramo-Foligno.

TABELLINO
TERAMO (4-3-3): Serraiocco; Scipioni, Ferrani, Speranza, Chovet; Valentini, Novinic, Iazzetta (17'st Petrella); Foglia (29'st Righini), Bucchi, Ambrosini (40'st Caidi). A disposizione: Santi, De Fabritiis, Patierno, Olcese. Allenatore: Cappellacci.
L'AQUILA (4-4-2): Leuci; Rapisarda, Ingrosso, Mucciante, Ligorio; D'Amico (14'st Ripa), Carcione (28'st Colussi), Triarico,(14'st Iannini) Menicozzo; Improta, Infantino. A disposizione: Testa, Gizzi, Petta, Marcotullio. Allenatore: Pagliari.
ARBITRO: Brasi della sezione di Seregno.

Andrea Sacchini