lunedì 22 settembre 2014

visite:

146.964.209

LIVE

QUIRINALE, GIORGIO NAPOLITANO E' IL "NUOVO" PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. ORA LIVE

Pdl potrebbe appoggiare Cancellieri




ROMA. Riprende questa mattina alle 10 la votazione (la quinta) per eleggere il nuovo capo dello stato.
Opo il disastro di ieri. Oggi il Pd voterà scheda bianca, il Pdl si allineerà alla candidatura lanciata da Mario Monti, ovvero Anna Maria Cancellieri. Il Movimento 5 Stelle, invece, insisterà con Rodotà.
Ieri Romano Prodi non ha raggiunto il quorum necessario di 504 voti, fermandosi addirittura sotto quota 400, a sole 395 preferenze. Ha poi annunciato la volontà di ritirarsi: «mi è stato offerto un compito che molto mi onorava anche se non faceva parte dei programmi della mia vita. Ringrazio coloro che mi hanno ritenuto degno di questo incarico. Il risultato del voto e la dinamica che è alle sue spalle mi inducono a ritenere che non ci siano più le condizioni».
Non è mancato l’attacco ad una parte del partito democratico che non ha garantito la sua elezione: «chi mi ha portato a questa decisione deve farsi carico delle sue responsabilità».
I consensi per Stefano Rodotà sono stati invece 213, 51 di più rispetto al numero di parlamentari del M5S. Si era pensato ad un appoggio di Sel ma Nichi Vendola ha smentito categoricamente: «i nostri voti ci sono tutti perché hanno tutti votato 'R.Prodi'. Basta contare le schede per vedere che il problema non siamo noi di Sel, ma è nel Pd».
Annamaria Cancellieri, candidata di Lista civica, ha raccolto invece 78 voti. Oggi potrebbero crescere. 15 preferenze sono andate a Massimo D'Alema e appena 3 a Franco Marini che due giorni fa sembrava giù con un piede in Quirinale.


SESTA VOTAZIONE E FORSE ULTIMA VOTAZIONE
E' iniziata da alcuni minuti la chiama per la sesta votazione.
Si preannuncia una votazione importante per quello che è accaduto negli ultimi minuti.
 Il Pd ha chiesto a Napolitano di accettare la candidatura che è stata subito avallata dal Pdl. In termini teorici dunque ci sarebbero i numeri per eleggerlo in questa votazione e dunque riconfermare il Presidente della Repubblica uscente.
Napolitano ha accettato per il bene del Paese nonostante avesse detto chiaramente nelle scorse settimane di non avere alcun intenzione di un bis.
Il Pd di fatto non è riuscito ad esprimere un nome proprio ma condiviso nè ha ceduto alle richieste di Sel e M5s su Rodotà che a questo punto potrebbe anche ritirare la candidatura.
Nel caso della elezione di Napolitano si tratterebbe di un evento storico e senza precedenti: nessun capo dello Stato è mai stato riconfermato. Fino ad ora.



Letture

6518

20/04/2013 - 18:21

La Redazione

Tel: 328 329 0550

Fax: 06 233 125 63

Skype: Donlisander