SERIE A

Delfino Pescara. Cda per tracciare linee guida futuro: sì alla coppia Marino-Lupo?

Caprari tra presente e futuro: «restare in B? Decideranno le società»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2243






PESCARA. Oggi pomeriggio intorno alle 17,30 nuovo cda in seno alla società per tracciare le linee guida in vista del futuro. Con il campionato attuale di Serie A ormai alle spalle nel peggiore dei modi, con una retrocessione in B avvenuta con largo anticipo, la priorità è progettare la pronta risalita nella massima divisione. Nel consiglio di amministrazione si parlerà soprattutto di futuro, con la maggioranza dei soci che sembra favorevole all'insediamento in panchina di Pasquale Marino. Ex allenatore di Udinese e Catania che avrebbe superato negli ultimi giorni l'altro papabile alla panchina: Gigi De Canio. Più defilato Torrente. Sistemato il tassello allenatore bisognerà poi concentrarsi sul dopo Delli Carri. Nonostante le continue smentite del patron Sebastiani è ormai conclarato che la società stia cercando un nuovo Direttore Sportivo. Il favorito numero uno resta il pescarese Fabio Lupo, che alle spalle ha una buona esperienza in Serie A e B. Lupo ad ogni modo verrebbe affiancato da Guglielmo Acri, già nei quadri tecnici del club da maggio dell'anno scorso.
Una volta risolte le questioni pendenti si potrà iniziare a lavorare sull'allestimento della nuova rosa, che per necessità verrà rivoluzionata un po' in tutti i reparti.

GIANLUCA CAPRARI TRA PRESENTE E FUTURO
Il presente si chiama Pescara e domenica Roma-Pescara, a maggior ragione se sei tifoso e frutto del florido vivaio giallorosso: «per me contro la Roma è sempre una partita speciale. Ho passato 8 anni a Trigoria ed ho tanti ricordi. Della rosa attuale ho giocato con Florenzi e Romagnoli. Il mio presente si chiama Pescara e voglio pensare alle ultime 6 partite che sono fondamentali per me».
Sul suo percorso di crescita personale: «devo ancora migliorare tanto in tutto, sono ancora giovane e cerco sempre di dare il massimo. Non è stato un anno facile per me e soprattutto per la squadra, anche se quest'anno in Serie A ho maturato esperienza importante».
Dopo il successo di Firenze la squadra è crollata ottenendo soltanto un punto in tutto il girone di ritorno: «abbiamo deluso, c'è stato un black-out totale dopo la Fiorentina. Abbiamo sbagliato tanto noi ma in alcune circostanze siamo anche stati molto sfortunati».
Caprari è in comproprietà tra Roma e Pescara: «è ancora presto per parlare del mio futuro. Sono in comproprietà ed a fine campionato le 2 società parleranno. Per me va bene tutto. Vorrei restare in Serie A ma è chiaro che anche la B non sarebbe un problema».
«La Nazionale?» - chiude il giovane attaccante del Pescara – «è chiaro che è il sogno di ogni calciatore. Purtroppo per quest'anno sono fuori dal giro dell'Under 21, ma spero di rientrarci dopo gli Europei».
Intanto la squadra prosegue gli allenamenti al centro sportivo Vestina di Montesilvano in vista del match di domenica con la Roma. Non ha partecipato alla partitella Weiss, che potrebbe essere disponibile per la sfida dell'Olimpico. Rientrati regolarmente Caraglio e Modesto mentre restano ancora ai box D'Agostino e Quintero. Differenziato per Zauri, Kroldrup e Bocchetti. Domani allenamento alle ore 15,00 al Vestina.

Andrea Sacchini