IL VIDEO

ECCO LE PROPOSTE DEI SAGGI A NAPOLITANO: «FINANZIAMENTO AI PARTITI INELIMINABILE»

Oggi la consegna al Capo dello Stato

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3281




ROMA. La commissione dei dieci 'Saggi' istituita dal presidente della Repubblica ha terminato il suo lavoro.
«Vi ringrazio - ha aggiunto il Capo dello Stato, rivolgendosi alle personalità che ne hanno fatto parte - per la pronta disponibilità, e per l'impegno intenso e disinteressato con cui avete assolto il mandato ricevuto in un tempo così ristretto. La parola e le decisioni toccano alle forze politiche, e starà al mio successore trarne le conclusioni».
Il Capo dello Stato ha quindi annunciato che «le relazioni che mi sono state presentate questa mattina faranno parte delle mie consegne al nuovo Presidente della Repubblica, oltre che essere oggetto, in questi giorni, della mia personale, ulteriore riflessione. Esse saranno rese subito disponibili sul sito del Quirinale e potranno essere dunque valutate obbiettivamente da tutti».
Ecco le loro proposte contenute nel documento

LEGGE ELETTORALE MISTA CON PREMIO GOVERNABILITA'

Superare la legge elettorale vigente: Il nuovo sistema «potrebbe prevedere un sistema misto (in parte proporzionale e in parte maggioritario) un alto sbarramento, un ragionevole premio di governabilità»

UNA SOLA CAMERA CON POTERE DI INDIRIZZO POLITICO
 La governabilità sicura si ha solamente con sola Camera. Lo dicono i saggi nella loro relazione finale. «Nessun sistema elettorale garantisce automaticamente» la maggioranza in entrambi rami del parlamento. «Diverse sarebbero le prospettive della stabilità se si attribuisse l'indirizzo politico a una sola Camera».

GIUDICE DECIDA SU INCOMPATIBILITA' NON CAMERE
Modificare l'art. 66 della Costituzione in modo da attribuire «ad un giudice indipendente e imparziale» la decisione su legittimità dell'elezione, ineleggibilità e incompatibilità, togliendolo al Parlamento.

ADEGUATO FINANZIAMENTO PARTITI INELIMINABILE
Il finanziamento pubblico delle attività politiche in forma adeguata e con verificabilità delle singole spese, costituisce un fattore ineliminabile per la correttezza della competizione democratica e per evitare che le ricchezze private possano condizionare impropriamente l'attività politica.

LAVORO E' EMERGENZA CHIAVE
La principale emergenza è quella del lavoro e della conseguente crescita della povertà» e «la via maestra» per combatterlo è lo «sviluppo economico equo e sostenibile». Entro giugno chiesto 1 miliardo per la cassa integrazione in deroga.

SAGGI: LA RELAZIONE FINALE

AGENDA DEI SAGGI (POSSIBILE)