Lega Pro. Pagliari è il nuovo tecnico dell'Aquila: «i play-off sono l'obbiettivo»

Di Mascio chiedeva un anno. Pagliari ha firmato fino a giugno

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1671





L'AQUILA. Giovanni Pagliari è il nuovo allenatore dell'Aquila calcio. L'ex tecnico tra le tante di Frosinone, Foligno e Perugia succede all'esonerato Maurizio Ianni ed ha firmato un contratto fino a giugno 2013. Proprio quest'ultimo fattore ha convinto la dirigenza aquilana a scegliere Pagliari, che al contrario degli altri allenatori contattati non ha chiesto un altro anno di contratto a conclusione di queste ultime 5 partite di campionato ed eventuali play-off. Tra contatti continui per definire cifre e quant'altro, Pagliari ha vinto la concorrenza di Cetteo Di Mascio, che contrariamente da quanto scritto da alcuni organi di stampa locali non avrebbe chiesto un contratto triennale e non avrebbe inoltre preteso un ingaggio fuori dalla portata dei parametri del club e della Lega Pro.
«Spero in poche partite di creare quell'unità d'intenti che servirebbe per raggiungere l'obbiettivo play-off» – le prime dichiarazioni del nuovo tecnico dei rossoblù, Giovanni Pagliari – «nelle ultime stagioni ho sempre guidato sodalizi di Prima Divisione, ma questa volta per L'Aquila sono sceso di categoria. Per me le regole vanno rispettate e sono molto importanti».
«Restano cinque partite da giocare» – chiude Pagliari – «e vogliamo mettercela tutta per raggiungere l'obbiettivo play-off».
Pagliari è l'uomo giusto secondo l'Ad Elio Gizzi: «dispiace per l'esonero di Ianni perché è una sconfitta da ambedue le parti. Dovevamo però per forza fare qualcosa. È stata dura la scelta ed abbiamo parlato con diversi allenatori. Pagliari è l'uomo giusto per tante ragioni e cercheremo con lui di raggiungere l'obbiettivo play-off».
Di Mascio, ringraziando comunque l'interessamento dell'Aquila, avrebbe dato la disponibilità di allenare fino a giugno senza pretendere più di quanto percepisca attualmente al Pescara con il quale è sotto contratto fino a giugno. L'unica richiesta appunto dell'ex tecnico della Primavera è stata l'aggiunta di un anno a conclusione di queste ultime 4 partite con annessi play-off sia in caso di Prima Divisione e sia nell'eventualità di una permanenza in Seconda Divisione. Chiaro però che il “sì” di Pagliari ad accettare soltanto 3 mesi di contratto, abbia spinto il club rossoblù abbia virato deciso sull'ex allenatore del Perugia. L'ex tecnico della Primavera del Pescara, tra l'altro, avrebbe percepito un ingaggio in linea con i parametri del sodalizio del capoluogo.


Andrea Sacchini