IL VIDEO

«L’ITALIA HA BISOGNO DI NUOVE LEGGI». MOVIMENTO 5 STELLE OCCUPA PARLAMENTO

«Elezioni a giugno sarebbero una sciagura»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3409

ROMA. Il Movimento 5 Stelle resterà in Aula dopo il dibattito per protestare contro il mancato avvio delle Commissioni.
Lo annuncia la capogruppo alla Camera Roberta Lombardi: «Vogliamo ripartire dalle regole. In Aula leggeremo articoli della costituzione. Il Paese è al collesso, bisogna ripartire. Dicono che siamo noi che blocchiamo il paese ma noi vogliamo ripartire.».
Il Movimento 5 Stelle per protestare contro il mancato avvio delle Commissioni occuperà l'Aula di Montecitorio fino alla mezzanotte e un minuto di oggi, ha detto Lombardi ricordando che l'Aula inizierà a riunirsi alle 15 per esaminare, tra l'altro, la proposta di ampliamento dei poteri della Commissione speciale su cui l'M5S è contrario.
«Le elezioni a giugno sarebbero una sciagura, solo per una questione di costi», ha detto Roberta Lombardi che definisce quindi «non auspicabile un immediato ritorno alle urne».
Tra le legge più urgenti secondo i grillini ci sono quella sul reddito di cittadinanza, sul conflitto di interessi, la riforma elettorale, le leggi che portino la politica a costi «decenti da Paese europeo» e dunque abolizione immediata dei rimborsi elettorali ai partiti.
Il M5S intende convocare delle Commissioni «per far iniziare a lavorare il Parlamento», ha detto il capogruppo al Senato Vito Crimi. Si tratta, in sostanza, di far lavorare delle Commissioni 'ombra'. «faremo finta di avere anche una Giunta per le Elezioni e i Regolamenti, visto che ci prepariamo ad eleggere un presidente della Repubblica con parlamentari incompatibili. Ci sono almeno 30 casi accertati di incompatibilità».