ANNIVERSARIO

Abruzzo/Terremoto L’Aquila, il pm David Mancini: «la città è dilaniata»

Sabato iniziativa dell’associazione magistrati

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6139




L’AQUILA. Anche la Giunta distrettuale abruzzese dell'Associazione nazionale magistrati partecipa alle iniziative in occasione del quarto anniversario del sisma che il 6 aprile 2009 si verificò a L'Aquila.
Ci sarà un incontro-dibattito, in cui sarà presente, tra gli altri, il presidente del Senato Pietro Grasso, gia' procuratore nazionale antimafia.
Lo ha annunciato il sostituto procuratore della Repubblica dell'Aquila, David Mancini, presidente della Giunta distrettuale dell'Anm, e pubblico ministero in alcune delle inchieste aperte a L’Aquila nella fase post sisma, da quella sugli affitti ex Optimes (che vede indagato anche il rettore Ferdinando Di Orio), a quella che ha portato all’arresto del direttore generale della Provincia dell'Aquila, Angelo Valter Specchio sugli appalti per la messa in sicurezza degli istituti scolastici di Avezzano e Sulmona.
«Abbiamo inteso ricordare il 6 aprile - ha spiegato il magistrato - non soltanto per il dolore che ha devastato un'intera comunità, ma anche nel segno della proposta, dell'impegno. Abbiamo inteso dare fiducia e speranza nel futuro della ricostruzione di un senso civico collettivo ed e' per questo che all'iniziativa sono state coinvolte molte scuole in maniera significativa».
«Non ci facciamo carico di risolvere i problemi o dare insegnamenti - ha aggiunto - ma e' uno stimolo alla riflessione comune sul tema della legalità».
Rispondendo a chi tra i giornalisti aveva chiesto se in città ci fosse bisogno di legalità, il pubblico ministero ha risposto: «noi facciamo le indagini e i processi, veniamo a contatto con le sofferenze e ci rendiamo conto che il disagio sociale e' sotto gli occhi di tutti. L'Aquila - ha proseguito - è una città dilaniata e strappata, in queste situazioni il mancato rispetto delle regole della legalita', dalle infiltrazioni al soggetto che chiede un contributo per lavori mai realizzati, va a intaccare l'interesse comune».
All'appuntamento di sabato 6 aprile organizzato anche dall'associazione Libera saranno presenti (a partire dalle 9 nell'Auditorium del Parco del Castello), don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e dell'associazione Libera che si batte contro i soprusi di tutte le mafie, il magistrato Giuseppe Pignatone, procuratore della Repubblica di Roma, i giornalisti Gian Antonio Stella e Carlo Bonini, oltre al presidente Grasso, gia' procuratore nazionale antimafia.