CALCIO

Delfino Pescara. Altra dura contestazione dei tifosi. Sebastiani: «atteggiamento premeditato»

Clima teso al Valle Anzuca nell'amichevole vinta 3-0 col Francavilla

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4328




FRANCAVILLA AL MARE. Poche indicazioni positive per il tecnico Christian Bucchi sono giunte dall'amichevole di ieri al Valle Anzuca con il Francavilla. Il test, probante per verificare soltanto le condizioni del gruppo dopo una dura settimana di lavoro, si è concluso “soltanto” 3-0 per i biancazzurri con le reti di Sforzini, Cascione e Di Francesco. La notizia principale però riguarda la rumorosa contestazione dei tifosi presenti nei confronti di alcuni giocatori e dirigenti. Bersaglio dei cori dei tifosi è stato soprattutto il Ds Daniele Delli Carri, ormai vicinissimo all'addio. La protesta ovviamente non ha risparmiato alcuni calciatori, soprattutto i membri anziani del gruppo.
Raggiunto in serata da Rete 8, il patron Daniele Sebastiani ha stigmatizzato l'accaduto, parlando però di premeditazione nei confronti della proprietà del Delfino: «purtroppo non c'è nulla di nuovo. Questo è il clima pesante che si respira ad ogni partita. È palese il fatto che ci sia premeditazione, ma per fortuna una grande parte dei tifosi e degli sportivi ci vuole bene».
«Forse eravamo più belli e simpatici quando eravamo nelle categorie inferiori» – attacca il presidente – «nello sport ci sono momenti più belli e meno belli, ma i primi a rendersene conto dovrebbero essere i tifosi».
In una gara priva di interesse sotto il profilo tecnico, con la squadra a tratti indisponente, l'unico a brillare è stato Sforzini, ancora in ritardo di condizione ma estremamente voglioso di far vedere le proprie qualità. Nel primo tempo Bucchi ha schierato la formazione che con ogni probabilità partirà dal primo minuto contro il Parma, eccezion fatta la linea difensiva con diversi giocatori acciaccati e risparmiati in vista proprio di sabato. Nella ripresa spazio alle cosiddette riserve ed a tantissimi primavera. Non hanno partecipato alla sgambata Bocchetti e Vukusic per un attacco febbrile, Kroldrup, Weiss, Capuano e Perin che hanno soltanto svolto lavoro differenziato. Ai box Balzano che ne avrà per una decina di giorni. Oggi rientrerà in Italia Cosic, che verrà attentamente valutato dallo staff medico adriatico dopo che il giocatore ha accusato nei giorni scorsi un fastidio muscolare ad un flesore. Out anche Quintero e Caprari che non sono rientrati dagli impegni con le nazionali.
Per la cronaca Christian Bucchi ha schierato Pelizzoli in porta; Zanon, Modesto, Bianchi Arce e Zauri in difesa; Cascione, Blasi e D'Agostino a centrocampo; Celik, Sculli ed Abbruscato in attacco.
Oggi seduta singola al mattino al Centro Sportivo Vestina di Montesilvano, poi partenza immediata per Parma.
Andrea Sacchini