calcio

2°Div/B. L'Aquila e Chieti preparano il derby... del dopo Pasqua

Ianni e De Patre benedicono la sosta: ripresa il 7 aprile

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1500






L'AQUILA. L'Aquila e Chieti hanno iniziato la preparazione in vista del derby del Fattori nel prossimo turno di campionato. Lega Pro però che osserverà un turno di riposo per le feste pasquali e riprenderà domenica 7 aprile proprio con il derby attesissimo L'Aquila-Chieti allo stadio Fattori. Le 2 squadre arriveranno all'appuntamento in condizioni psicofisiche diametralmente opposte. L'Aquila è reduce dall'incredibile ko al 94esimo per 2-1 di Melfi maturato in doppia inferiorità numerica. Il Chieti invece ha superato nettamente e meritatamente 3-1 un Hinterreggio che proveniva da un'ottima striscia di risultati.
I teatini dunque partono con il favore dei pronostici. Questo però solo in teoria perché le 2 settimane di stop e di conseguente lavoro sul campo potrebbero stravolgere gli equilibri. Senza dimenticare che il derby è sempre una partita che fa storia a se.
La sosta è stata benedetta dall'Aquila, in crisi di identità e risultati da diverse partite.
Per l'undici di De Patre invece lo stop forzato potrebbe essere deleterio e potrebbe far perdere concentrazione al gruppo dopo le ultime positive prestazioni condite da risultati ben al di sopra delle aspettative. Il mister dei neroverdi però non è d'accordo: «la sosta può far bene a questi ragazzi che hanno lavorato tantissimo in queste settimane. Ci alleneremo per aumentare ulteriormente la condizione fisica in vista del finale di campionato».
Un torneo che ora vede il Chieti al terzo posto in compagnia di L'Aquila ed Aprilia: «stiamo facendo cose importanti. Trascorreremo una buona Pasqua ed abbiamo una classifica invidiabile. Raggiunta ormai la salvezza possiamo guardare ai play-off cercando di mantenerci il più in alto in classifica in queste ultime 10 partite...».
Non sorride invece il tecnico dell'Aquila Maurizio Ianni, che domenica è stato costretto a commentare l'ennesima sconfitta della sua squadra nell'ultimo periodo: «sono orgoglioso della prova corale della mia squadra. Non ci siamo mai arresi e siamo stati condannati soltanto dagli episodi. Avremmo sicuramente meritato di più e non ho nulla da rimproverare ai miei giocatori. Siamo rimasti in partita anche in 10 contro 11 ed abbiamo anche pareggiato».
«L'espulsione frettolosa poi di Mucciante» – chiude Ianni – «ci ha tagliato le gambe ed in 9 contro 11 si è fatta veramente dura per noi. Peccato per il secondo gol del Melfi subito a tempo quasi scaduto, ora pensiamo al derby col Chieti».
Ianni ad ogni modo non è più così sicuro della riconferma. Nei prossimi giorni infatti non sono esclusi ribaltoni ed in ogni caso la gara col Chieti potrebbe essere davvero l'ultima spiaggia per l'attuale allenatore dei rossoblù. Clima in città che rimane teso dopo gli episodi vandalici dell'altra notte subiti da alcuni tesserati.
Nel frattempo il giudice sportivo ha squalificato gli aquilani Rapisarda e Mucciante. Difesa rossoblù dunque in grande emergenza, mentre nel Chieti è stato appiedato per un turno il portiere Feola.
Andrea Sacchini