L'INVITO

Abruzzo/L’Aquila: anche Barca, Letta, Chiodi e Cialente invitati alla festa della non ricostruzione

Appuntamento sabato prossimo dalle 16 a notte fonda

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7427





L’AQUILA. Gli inviti sono stati consegnati questa mattina al ministro Fabrizio Barca, a Gianni Letta, Gianni Chiodi e al sindaco Massimo Cialente.
Il momento della consegna è stato ripreso dalle telecamere di MediaCrew Casematte e postato su YouTube. L’unico ad aprire la busta sotto l’occhio della telecamera è stato l’ex sottosegretario al Consiglio dei Ministri che non ha però avuto alcuna reazione.
«Sabato 23 marzo scendiamo in Piazza Palazzo a festeggiare la [non] ricostruzione. Aspettando la ricostruzione vera, una festa per esorcizzare la “mancata ricostruzione”».
Una provocazione ideata 3e32/CaseMatte, alla quale hanno aderito moltissime associazioni e comitati cittadini per partecipare e promuovere una non-stop di spettacoli ed eventi simbolici sulla “ricostruzione mancata”.
A quasi 4 anni dal terremoto, il Ministro per la Coesione Territoriale Fabrizio Barca, aveva annunciato solennemente in diretta nazionale (Presa Diretta su Rai3) che il 21 marzo sarebbe partita la ricostruzione del centro storico dell’Aquila.
«Saremo diffidenti, o abbiamo problemi alla vista», commentano il 3e32 e Case Matte, «ma al momento in centro non si vede ancora neanche una gru in movimento».
Unico elemento certo la totale mancanza di certezze: «a L'Aquila si vive in una perenne fase di transizione, nel corso della quale i cittadini hanno assistito a dichiarazioni e rimbalzi di responsabilità; ad annunci e smentite continue sulle risorse a disposizione. Questo c'impedisce di poter pianificare il nostro presente ed il nostro futuro. A questa incertezza logorante si aggiunge la mancata ripresa della vita sociale, non esistono luoghi di aggregazione né nel centro storico de L'Aquila, né in nessun altro centro storico del cratere colpito dal sisma, eccezion fatta per qualche piccolo coraggioso esempio di esperienza sociale di autogestione».

LA FESTA
Per questo 3e32, 180amici L’Aquila, Appello per L’Aquila, Arcigay, Artisti Aquilani Onlus, Asscult Arti e Spettacolo, Asilo Occupato, Assemblea cittadina L’Aquila, Bibliobus, Biblioteca della donne Melusine – Centro Antiviolenza L’Aquila, Circolo Arci Querencia, Circolo Legambiente Abruzzo Beni Culturali, Comitato Sisma.12 Emilia, Comitato Donne Terre-Mutate, Comitato territoriale Arci L'Aquila, Comitatus Aquilanus, E.Co.FeBio L’Aquila, Libera, Mu.sp.a.c. e UdS il 23 marzo scenderanno in piazza Palazzo per festeggiare l’inizio della “ricostruzione” con un ricco programma di eventi e spettacoli a partire dalle ore 16: un concorsone a premi per la “migliore balla post-sismica”, un tour fotografico cittadino per immortalare «la città ricostruita e documentare il suo stato», un mercato contadino, inaugurazioni simboliche di edifici pubblici e di mancate “promesse annunciate”, concerti, videoproiezioni e spettacoli.
Ore 15: “Una città chiamata L’Aquila” passeggiata collettiva per fotografare la città ricostruita e documentare il suo stato. In diretta su twitter hashtag #ricostruzione o sulla pagina Facebook “una città chiamata L’Aquila – fotografa la ricostruzione”.
Dalle 16 e per tutto il pomeriggio: Inaugurazioni biblioteca provinciale, videoproiezioni, lezioni universitarie, installazioni artistiche; Torna in piazza il mercato dei nostri contadini; Videoproiezione di "Nuvole" a cura di AssCult Arti e Spettacolo; Ambrogio Sparagna e gli organetti di Maranola animeranno il mercato contadino e poi faranno un percorso itinerante a suon di musica; Anna Barile e “voci dal Cratere”; Negroserio (pop – cantaturale);
Dalle 21 fino a notte: - Lo spettacolo di Miss Ricostruzione (Lady Vanesia); Khani Scjoti (Funk – Rock); - Dj Aleph One (Funky Hip Hop); Dj Rocker Butch (Rock’n Roll – Rockabilly).