SPENDING REVIEW

La Regione promette sostegni ai Comuni per sopperire ai tagli delle Comunità montane

Dal 2014 molti servizi saranno organizzati in forma associata

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2632




ABRUZZO.  Che fine faranno le comunità montane? Che cosa dovranno fare i Comuni e con quali risorse?
Se ne è parlato questa mattina in Regione con i rappresentanti delle Comunità montane e l’assessore Carlo Masci che si è detto soddisfatto dei risultati raggiunti.
«Ci siamo confrontati sulla nuova legge regionale», ha detto Masci, «entrata in vigore all'inizio dell'anno, secondo cui i Comuni saranno chiamati a decidere se sopprimere questi enti territoriali locali oppure se trasformali in Unioni dei Comuni montani».
L’assessore agli Enti Locali ed alle Riforme Istituzionali però è stato molto critico con Arturo Scopino, il Responsabile della Comunità Montana Sangro Aventina.
«A tal proposito - ha ricordato Masci , «è stato fatto il punto della situazione sulle prossime scadenze che ormai incombono. In particolare, quella del 31 marzo prossimo entro cui la Regione dovrà stabilire i criteri per l'assegnazione dei fondi alle Unioni dei Comuni e quella immediatamente successiva del 30 aprile entro cui i Comuni appartenenti alle Comunità montane dovranno decidere se sopprimerle oppure se trasformarle in Unione dei Comuni montani».
 A giudizio dei Comuni e delle Comunità montane, il termine sembrerebbe troppo ravvicinato rispetto alla decisione della Regione sui criteri per l'assegnazione dei fondi.
«In realtà», ha chiarito l'assessore, «non abbiamo alcun problema a fare in modo che i Comuni abbiano più tempo per decidere. Una cosa è certa il processo di trasformazione, che porterà i servizi ad essere erogati in forma associata, è ormai avviato. Tanto è vero che, ad esempio, il 1 gennaio 2014 si partirà con la gestione in forma associata di tutti i servizi e di tutte le finzioni da parte dei singoli Comuni. La Regione, e nello specifico la struttura tecnica del mio assessorato, sta cercando di accompagnare questo percorso in maniera tale da evitare problemi e garantire servizi migliori a costi inferiori».