2°Div/B. Il veleno è nella coda. Al 95esimo il Teramo si fa riprendere sull'1-1 dall'Hinterreggio

Proteste degli abruzzesi che subiscono il pari su rigore dopo un recupero infinito

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1073




REGGIO CALABRIA. Il veleno nella coda per il Teramo che all'ultimo minuto di recupero subisce il punto dell'1-1 su calcio di rigore dubbio. I gol tutti nel finale del secondo tempo. Al 38esimo vantaggio degli ospiti con De Stefano. Pareggio al 50esimo su calcio di rigore realizzato da Khoris.
Grande rammarico per gli abruzzesi, che stavano per riportare in Abruzzo 3 punti fondamentali in ottica salvezza. Resta l'amaro in bocca per gli uomini di Cappellacci che hanno giocato una gara attenta e tatticamente ordinata, non sfruttando però a dovere le tante occasioni create soprattutto nel primo tempo. Biancorossi poco determinati e cattivi sotto porta, che ai punti avrebbero sicuramente meritato l'intera posta in palio.
Nel primo tempo decisamente meglio il Teramo, che ha creato tantissime chance per il vantaggio. Al settimo minuto palo di Olcese da ottima posizione a portiere ormai battuto. Pochi minuti dopo altro legno per gli abruzzesi con Foglia, che all'ingresso dell'area di rigore è sfortunato su precisa imbucata di Di Paolantonio. Al 25esimo altra occasione per il Teramo con Ambrosini, che in perfetta azione di ripartenza si accentra e spara di pochissimo sul fondo.
Prima del riposo ancora biancorossi insidiosi. Di Paolantonio da 2 passi sparacchia addosso al portiere e cestina una ghiotta chance.
Nella ripresa succede davvero poco fino al 38esimo quando il Teramo passa in vantaggio meritatamente per quanto fatto vedere fino ad allora in termini di occasioni. Sugli sviluppi di un corner De Stefano è il più lesto di tutti a scaraventare in rete una corta respinta della difesa calabrese.
La gara sembra in discesa ma la reazione dell'Hinterreggio è veemente. Nel breve arco di 5 minuti 3 occasioni nitide. Nella prima Serraiocco si esalta su tentativo di testa ravvicinato di Messina. L'estremo difensore teramano si ripete al 43esimo su Carbonaro mentre al 44esimo la conclusione di Ungaro non è precisa da fuori area.
Al 50esimo infine succede quello che non ti aspetti. Recupero infinito (non era successo nulla fino ad allora per giustificare 5 minuti, ndr) e calcio di rigore per l'Hinterreggio trasformato da Khoris. Il fallo è stato commesso da Chovet su Carbonaro.
Con questo pareggio gli abruzzesi muovono la classifica e si portano a 37 punti, a meno 5 dalla zona play-off.
Per il Teramo derby da dentro o fuori domenica a Piano d'Accio contro il Chieti. Solo un successo infatti potrebbe riaprire le speranze promozione del diavolo, che comunque vada avrà fatto un buon campionato tra i professionisti dopo tanti anni di assenza.

TABELLINO
HINTERREGGIO (3-4-1-2): Mengoni; Ungaro, Messina (40'st Messina), Impagliazzo; Vicari, Aliperta, Lavrendi, Anzilotti (22'st Murguglio); Carbonaro; Cruz (7'st Broso), Khoris. A disposizione: Maggio, Franceschini, Borghetti, Figliomeni. Allenatore: Venuto.
TERAMO (4-3-3): Serraiocco; De Fabritiis, Ferrani, Speranza, Chovet; Coletti, Foglia, Valentini; Di Paolantonio (33'st De Stefano), Olcese (24'st Novinic), Ambrosini (38'st Caidi). A disposizione: Santi, Giannetti, Scipioni, Patierno. Allenatore: Cappellacci.
ARBITRO: Todaro della sezione di Palermo.


Andrea Sacchini