2°Div/B. Il Teramo perde in casa 1-0 con l'Aprilia. Play-off ora più lontani

Abruzzesi belli ma sfortunati. Nella ripresa Bucchi sbaglia un rigore

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

891




TERAMO. Un autogol di Coletti al 33esimo del primo tempo costringe il Teramo ad un ko interno inatteso con l'Aprilia che complica la rincorsa ai play-off.
Teramo tanto bello quanto sfortunato con tantissimi rimpianti per un pareggio, o addirittura vittoria, che tutto sommato sarebbe stato il risultato più giusto. L'Aprilia, abile nel capitalizzare una delle uniche occasioni da gol create, con questo successo rafforza il proprio piazzamento play-off proprio a discapito dei biancorossi, ora distanti 3 lunghezze.
In avvio di gara subito Teramo aggressivo. Al 12esimo Ambrosini dal limite non inquadra lo specchio della porta. Alla mezz'ora Chovet nel cuore dell'area di rigore cestina una clamorosa occasione su assist preciso di un compagno. Nel momento migliore del Teramo è a sorpresa l'Aprilia a passare in vantaggio al minuto 33. Sugli sviluppi di un corner clamoroso infortunio di Coletti che appostato sul primo palo colpisce male il pallone che si insacca alle spalle di Serraiocco. Autogol che porta l'undici di Favaretto sull'1-0.
La reazione del Teramo è veemente e dopo neanche 2 minuti ha l'occasione per raddrizzare subito il match. Per fallo in area ai danni di Bucchi, calcio di rigore per i padroni di casa. Sul dischetto va lo stesso attaccante biancorosso che sceglie una soluzione orribile: palla altissima sulla traversa e risultato ancora di 0-1. Il rigore fallito colpisce psicologicamente il diavolo che non riesce a costruire più nulla di interessante fino al duplice fischio.
Nella ripresa però il Teramo fa di tutto per cercare l'1-1 senza fortuna. Al quinto Ambrosini non inquadra di un nulla lo specchio della porta.
Al 23esimo Aprilia vicinissima al gol del ko con Croce. Nel final forcing disperato del Teramo che va vicino al pareggio in diverse occasioni. Al 40esimo in acrobazia Bucchi esalta i riflessi di Di Vincenzo mentre pochi minuti dopo Coletti da 2 passi sparacchia malamente fuori un ghiotto pallone. Poi tanti lanci per le punte che non hanno trovato il modo di trovare il guizzo vincente che avrebbe consegnato un punto meritato al diavolo.
Con questo Ko gli abruzzesi restano a quota 36 in classifica, a 3 lunghezze dalla coppia formata da Chieti ed Aprilia.
Domenica per il Teramo trasferta sul campo dell'Hinterreggio per ritrovare punti preziosi in ottica play-off.

TABELLINO
TERAMO (4-3-3): Serraiocco; De Fabritiis, Ferrani, Chovet, Coletti; Speranza, Valentini (20'st Olcese), Foglia (30'st Patierno); Ambrosini, Bucchi, Petrella (45'pt Di Paolantonio). A disposizione: Santi, Caidi, Giannetti, Scipioni. Allenatore: Cappellacci.
APRILIA (4-4-2): Di Vincenzo; Cane, Amadio, Sembroni, Carta; Mariotti, Croce, Ferrari (40'st Calderini), Sassano (49'st Marfisi); Hanine (21'st Criaco), Gomes. A disposizione: Caruso, Frigerio, Stankovic, Ferri Marini. Allenatore: Favaretto.
ARBITRO: Ceccato della sezione di Bassano del Grappa. Presenti sugli spalti circa 600 spettatori.

Andrea Sacchini