CALCIO

2°Div/B. Mister De Patre guarda al 2013: «Chieti, il tuo obiettivo resta la salvezza»

Il DS Battisti però crede nei play-off: «parlare di salvezza credo sia riduttivo...»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1165

CHIETI. Digerito il panettone natalizio, la truppa neroverde ha ripreso gli allenamenti ieri pomeriggio in vista del match interno del 6 gennaio contro il quotato Pontedera. Il Chieti, che al giro di boa del girone d'andata occupa una posizione più che positiva di classifica, cerca davanti al proprio pubblico 3 punti importanti per il morale e per lasciarsi alle spalle le polemiche dell'ultima deludente prestazione con l'Arzanese.
«Dobbiamo riprendere il cammino da dove lo avevamo lasciato» – racconta il tecnico del Chieti, Tiziano De Patre – «con l'Arzanese avevamo la testa già in vacanza. La squadra si è impegnata ma abbiamo peccato in concentrazione ed attenzione. Ora vogliamo ripartire già dal match interno del 6 gennaio con il Pontedera».
Chiuso il 2012 è tempo di bilanci in casa neroverde. Sicuramente il campionato fin qui disputato ha soddisfatto l'ambiente che non si aspettava un così buon piazzamento in campionato: «senza il punto di penalizzazione ora saremmo ancora più in alto in classifica. Abbiamo fatto bene ed il nostro obbiettivo però resta sempre quello della salvezza. Nel girone di ritorno tutto sarà più difficile perché col mercato molte squadre cambieranno il proprio volto».
«Partecipiamo ad un campionato tutto sommato livellato» – chiude De Patre – «dove possiamo dire la nostra contro ogni squadra. Costruiremo la nostra salvezza soprattutto in casa con la speranza di ripetere nel girone di ritorno quanto di buono fatto all'andata. L'obbiettivo, ripeto, resta la salvezza...».
Di diverso tenore invece il pensiero del DS Battisti: «dopo quanto di buono fatto fin'ora dal Chieti in campionato col quarto posto in classifica credo che parlare di salvezza sia troppo limitativo. Poi è chiaro che nel chiuso dello spogliatoio mister De Patre fa bene a parlare così per mantenere sempre alta la concentrazione dei ragazzi».
«Cerchiamo però continui miglioramenti sotto il piano del gioco» – va avanti Battisti – «perché i risultati sono influenzati da tantissimi fattori. Abbiamo il dovere di migliorare per cercare di fare ancora meglio di quanto fatto. Play-off? Vediamo...».
Sul mercato: «la rosa resterà a grandi linee quella attuale. Non partirà nessuno dei big, verrà fatta solamente qualche operazione in uscita per far giocare quei calciatori che fin qui sono stati impiegati poco dal tecnico».
Per la partita col Pontedera la società neroverde ha infine abbattuto il costo dei biglietti per favorire un afflusso massiccio di tifosi. Tagliandi che vanno dai 10 euro della Tribuna Laterale ai 5 euro della Curva Volpi. Ingresso per donne e bambini di un euro.

Andrea Sacchini