CALCIO

2°Div/B. Un grande Chieti supera 3-1 l'Aprilia dell'ex Vivarini

Prova di carattere e sostanza dei neroverdi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1231

CHIETI. Un Chieti tutto cuore, grinta e sostanza vince 3-1 all'Angelini contro l'Aprilia dell'ex tecnico Vincenzo Vivarini e fortifica il proprio piazzamento in zona play-off.

 Nel primo tempo vantaggio degli ospiti al 16esimo con Ferrari su calcio di rigore e pareggio sempre dal dischetto di De Sousa al 45esimo. Nella ripresa al terzo subito il 2-1 neroverde firmato ancora da De Sousa e tris di Mungo a calare il sipario al 29esimo.
Grande prestazione dei neroverdi che per occasioni da gol create, grinta e determinazione hanno pienamente meritato il 3-1 finale. Prova sopra le righe dei teatini che hanno riscattato l'immeritata sconfitta di 7 giorni fa a Foligno, superando una delle compagini meglio attrezzate per il salto di categoria diretto. Può ritenersi soddisfatto il tecnico Tiziano De Patre, che ha visto in campo concentrazione, buon gioco e soprattutto aggressività e voglia di voler fare proprio il risultato ad ogni costo. Chieti tra l'altro che ha avuto la forza di reagire all'iniziale svantaggio capovolgendo poi il risultato in pochissimi minuti a cavallo tra il primo ed il secondo tempo.
Avvio di gara dai ritmi piuttosto compassati ma al primo vero affondo sono gli ospiti a passare. Per tocco di mani sciocco in area di rigore di Gigli calcio di rigore per l'Aprilia che viene realizzato da Ferrari. Reazione immediata del Chieti che costruisce subito i presupposti per il pari. Da buona posizione gran destro di De Sousa che sfiora il palo al 26esimo. Pochi minuti dopo è il turno di Mungo che a tu per tu col portiere ospite non inquadra lo specchio della porta.
Al 32esimo altro episodio decisivo della gara. Per doppia ammonizione espulsione del giocatore dell'Aprilia Cane.
Il Chieti ora spinge ed al 43esimo trova finalmente l'episodio che cambia la partita anche sotto il profilo del risultato. Fallo in area su De Sousa e rigore che il numero 9 neroverde trasforma senza patemi: 1-1.
Pronti via e nella ripresa al terzo gli abruzzesi passano in vantaggio. De Sousa riceve palla dal limite dell'area di rigore e con un destro fulminante fa fuori Di Vincenzo.
Equilibri cambiati e partita priva di particolari spunti di interesse con il Chieti abile a ripartire in contropiede e capace di difendersi con ordine non concedendo azioni ad un Aprilia ormai doma.
Al 29esimo Mungo chiude definitivamente la pratica con un bel tiro dalla distanza che si insacca alla sinistra dell'estremo difensore Mungo.
Il finale è solo accademia con il Chieti addirittura vicino al poker in un paio di occasioni.
Raggiunge quota 25 in classifica al quinto posto in compagnia del Martina Franca. Sabato 22 dicembre ultimo impegno dell'anno in casa dell'Arzanese che ieri ha espugnato 1-0 Lamezia.

TABELLINO

CHIETI (4-3-1-2): Feola; Bigoni, Pepe, Gigli, De Filippo; Verna, Del Pinto, Vitone; Mungo; De Sousa (23'st Capogna), Alessandro (41'st Cardinali). A disposizione: Cappa, Barbone, Rossi, Di Properzio, Di Stefano. Allenatore: De Patre.
APRILIA (4-2-3-1): Di Vincenzo; Cane, Formato (33'st Marfisi), Stankovic, Carta; Amadio, Croce; Criaco (10'st Ferri Marini), Gomes, Corsi; Ferrari (22'st Calderini). A disposizione: Caruso, Tundo, Fabiani, Sassano. Allenatore: Vivarini.
ARBITRO: Lanza della sezione di Nichelino.

Andrea Sacchini