PESCARA CALCIO

Coppa Italia. Stasera alle 18,30 il Pescara fa visita al Cagliari. In palio la Juventus

Capuano parla del momento della squadra e della partita di Coppa: «importante per il morale»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3562

PESCARA. Tempo di Coppa Italia per il Pescara che questo pomeriggio alle 18,30, allo stadio Is Arenas, affronterà in trasferta il Cagliari. La gara verrà trasmessa in diretta sul digitale terrestre sul canale Rai Sport 1.
La vincente affronterà la settimana prossima la Juventus allo Juventus Stadium a Torino. Gli stimoli dunque non dovrebbero mancare soprattutto per le riserve adriatiche, poco abituate a giocare in stadi prestigiosi che farebbero carte false anche solo per scendere in campo in un campo così suggestivo. Non è da sottovalutare inoltre, da parte di entrambe le squadre, la voglia di rivincita di parecchi giocatori fin'ora poco utilizzati in questa stagione.
Pensiero comunque tutto rivolto al campionato per i biancazzurri, col tecnico Cristiano Bergodi che opererà un robusto turnover in vista del match fondamentale di domenica all'Adriatico contro il Genoa. Troverà finalmente posto tra i pali Pelizzoli, che almeno a Cagliari rimpiazzerà Perin, autore fin'ora di un inizio di torneo tutt'altro che positivo. Possibile spazio dal primo minuto anche per Cosic, Balzano, che ha saltato per squalifica la trasferta di Napoli e Bocchetti, che verrà appiedato per un turno dal giudice sportivo in vista di Pescara-Genoa. Novità a centrocampo, dove potrebbero giocare Nielsen, Brugman e Berardocco e soprattutto in attacco, dove è scontata una maglia da titolare per Caprari e Soddimo. Per il ruolo di punta centrale il ballottaggio è tra Abbruscato e Vukusic con il primo leggermente in vantaggio.
Bergodi nell'ultimo allenamento in Abruzzo di ieri ha convocato 20 giocatori per la Coppa: i portieri Perin e Pelizzoli; i difensori Balzano, Bocchetti, Capuano, Cosic, Crescenzi, Romagnoli e Zanon; i centrocampisti Berardocco, Bjarnason, Brugman, Cascione e Nielsen; gli attaccanti Abbruscato, Caprari, Jonathas, Soddimo, Weiss e Vukusic.
Out dalla lista convocati Savelloni, Colucci, Celik, che nell'allenamento di ieri ha accusato un affaticamento muscolare. Peccato perché l'occasione era d'oro per vedere il giovane giocatore della Nazionale giovanile svedese. I convocati per la Coppa Italia partiranno solamente questa mattina in charter alla volta della Sardegna. Rientro in serata ed allenamento già domani al Vestina di Montesilvano.
Cagliari-Pescara verrà diretta da Baracani della sezione di Firenze (Posado-Paiusco/Di Paolo). Il Cagliari dopo l'allenamento di rifinitura di questa mattina diramerà la sua lista convocati. Anche Pulga impiegherà chi ha giocato meno fin qui in stagione.

CAPUANO PARLA DEL MOMENTO DEL PESCARA E DELLA TRASFERTA DI COPPA

«Non è mai facile finire una partita con 5 gol subiti» – racconta il difensore del Pescara, Marco Capuano, che parla del momento della squadra – «peccato per il risultato ma per un'ora si sono viste buone cose in campo e partita dopo partita cerchiamo di fare del meglio col mister. A Napoli è stato decisivo l'episodio del rigore ed espulsione di Bocchetti che ci ha tagliato le gambe. Poi nel finale loro con la grande classe hanno dilagato».
All'orizzonte la gara col Genoa, fondamentale per il proseguo del torneo: «è una partita importantissima. È uno snodo fondamentale del nostro campionato, uno scontro diretto da vincere assolutamente. Noi abbiamo il vantaggio di giocare in casa e con l'aiuto dei nostri tifosi speriamo di aggiungere 3 punti importanti per la nostra classifica».
Molti giocatori del Pescara, soprattutto stranieri, hanno patito l'impatto con la serie A italiana. Anche Capuano, colonna del Pescara di Zeman che ha stravinto la serie B, fin'ora ha trovato molte difficoltà a calarsi in questa realtà: «sapevamo che sarebbe stata così difficile la serie A ma non così. È un campionato duro dove non puoi sbagliare nulla e si incontrano giocatori incredibili. Per molti di noi è un sogno e vogliamo mantenere la categoria ad ogni costo. Abbiamo conquistato la serie A l'anno scorso tra tanti sacrifici e non vogliamo perderla».
Ma qual'è la differenza tra il Pescara e la gran parte delle squadre di serie A? «La differenza fin'ora l'ha fatta l'esperienza. Ci sono squadre che hanno giocatori già abituati alla serie A. Penso al Chievo che ha Thereau e Paloschi o il Bologna che ha Diamanti e Gilardino. Noi siamo una squadra molto giovane ed a volte l'inesperienza ci fa commettere degli errori che magari altri non fanno».
«Non ci sentiamo però inferiori a nessuno» – prosegue Capuano – «credo nella salvezza e basta una vittoria e tutto cambierebbe. Andiamo avanti per la nostra strada partita dopo partita».
Prima del Genoa però c'è il match di Coppa Italia a Cagliari: «una vittoria potrebbe darci morale e fiducia in vista di domenica. Non dobbiamo e non vogliamo snobbare la Coppa Italia anche perché sarebbe per molti di noi un onore affrontare la Juventus nel proprio stadio».
La squadra dall'avvento di Bergodi appare più solida e determinata anche se i risultati, fin'ora, non hanno premiato il lavoro del nuovo allenatore: «Bergodi ha sicuramente più esperienza di Stroppa. Mi piace come allenatore, ci ha approcciato con lo spirito giusto. Si vede che ha carattere ed ha trasmesso tranquillità al gruppo. Sin dai primi giorni ha capito subito la situazione della squadra».

PROBABILI FORMAZIONI

CAGLIARI (4-4-2): Avramov; Perico, Rossettini, Camilleri, Murru; Dessena, Ekdal, Ceppelini, Piredda; Ibarbo, Thiago Ribeiro. Allenatore: Pulga.
PESCARA (4-3-3): Pelizzoli; Bocchetti, Cosic, Romagnoli, Balzano; Brugman, Nielsen, Berardocco; Caprari, Soddimo, Abbruscato. Allenatore: Bergodi.
ARBITRO: Baracani della sezione di Firenze. Fischio d'inizio ore 18,30 diretta tv su Rai Sport 1.

Andrea Sacchini