TELEVISIONE

Marzullo/Crozza intervista Passera: «orgogliosissimo del mio periodo in banca»

«Da novembre scorso addio super stipendio»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5714

TELEVISIONE. Ormai anche i ministri ‘tecnici’, così come i politici, non disdegnano le ospitate nei programmi televisivi.

Da quelli che parlano di attualità e politica ma anche quelli più leggeri di intrattenimento.
Ieri sera il ministro dello sviluppo economico Corrado Passera, ha partecipato su La7 al ‘Paese delle Meraviglie’ di Maurizio Crozza. «Ha lavorato alle Poste, in banca ora al Governo», ha fatto notare il Crozza ‘marzullizzato’: «manca solo di fare l'autovelox per ricoprire i ruoli più odiati di questo Paese»
«E’ vero che da piccolo era triste, taciturno, malinconico…il Passera solitario?». No, smentisce divertito il ministro stando al gioco: «passiamo oltre poi arriverà il bello». «Suo nonno, che era medico non faceva pagare le visite ai più poveri, lei poi ha fatto il banchiere…. Che cosa è andato storto?» «Niente», risponde Passera, «io di quei 10 anni alla banca sono orgogliosissimo».
«Sono mesi che dite che il piano per lo sviluppo è sul tavolo. Quando di preciso ci sarà l'autopsia?» «L'abbiamo rischiata alla fine dell'anno scorso», replica, «quando eravamo a un passo dal ricevere i commissari. Poi abbiamo lavorato insieme, Governo con Parlamento, con le parti sociali e l'opinione pubblica e l'Italia - non ci credeva nessuno - ha mostrato di sapersi rimettere a posto».
Poi il comico lo ha attaccato sul suo maxi stipendio citando però una cifra errata, ovvero 17 milioni di euro. «Il mio era un super stipendio ma erano 3,5 milioni lordi ma da novembre scorso….è rimasto solo un pezzettino», replica Passera. «Ministro, lei è il nostro eroe...vuol venire a mangiare da me stasera?», replica Crozza.