SERIE A

Vigilia Pescara-Lazio. Al Flacco oltre 2mila tifosi

Stroppa: «emozione indescrivibile. E' doping positivo»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4697

PESCARA. Grandissima atmosfera all'Antistadio Flacco per l'allenamento di rifinitura di stamattina del Pescara che domani all'Adriatico affronterà la Lazio, fischio d'inizio ore 15,00.

Oltre 2mila tifosi biancazzurri, rumorosissimi, hanno incitato e caricato la squadra in vista della partita forse più attesa dall'ambiente biancazzurro in quest'anno di serie A. Spalti gremiti, tifo, bandiere e cori hanno dato perfettamente l'idea di quanto questa gara sia cara ai sostenitori del Delfino. Ora toccherà agli uomini di Stroppa tradurre sul campo la grande carica dei tifosi, con impegno, determinazione e cattiveria agonistica. Le sensazioni della vigilia sono comunque straordinarie per il mister pescarese: «è stata un'emozione grandissima oggi all'antistadio. È difficile aggiungere altre parole, situazione da pelle d'oca con tutti questi tifosi sugli spalti. Mi aspettavo gente oggi al Flacco ma non così tanta. È stata una piacevole sorpresa».
Anche i giocatori sono rimasti colpiti dai tantissimi tifosi accorsi: «questo è doping positivo per i calciatori. Avevo raccomandato a tutti durante l'allenamento di stare attenti, perché con tutta questa gente era facile entrare duri caricati dal pubblico. È stato qualcosa di fantastico per tutti oggi».
Il Pescara ormai è in crescita continua da diverse settimane, come sottolinea il tecnico biancazzurro: «stiamo crescendo a vista d'occhio ma non sono ancora completamente soddisfatto. I risultati fanno crescere l'autostima. Per quanto riguarda il lavoro in settimana, è un piacere vedere allenare i miei giocatori. La squadra sa quello che deve fare. Tempo fa avevo notato degli atteggiamenti che non mi erano piaciuti, ora sono felice».
«Manca però ancora qualcosa» – prosegue Stroppa incalzato dalle domande su cosa in questo Pescara non funziona ancora– «dobbiamo fare una prestazione completa. Attacco, difesa ed azioni in possesso palla e senza devono ancora essere migliorate. Bisogna migliorare anche i movimenti, perché non possiamo sempre andare a 3.000. Siamo una squadra giovane ma dobbiamo aumentare anche maturità e concentrazione». 

LA LAZIO DI PETKOVIC
Avversario di turno sarà la Lazio, dotata di qualità impressionante soprattutto in mezzo al campo: «loro sono ordinati ed hanno tanto qualità in mezzo al campo. Mi ha impressionato tantissimo Candreva, ma tutto il loro centrocampo è solido e coniuga bene qualità e quantità. Forse loro hanno qualche difficoltà in difesa e dovremo essere bravi a sfruttarli in velocità».
«Dobbiamo essere perfetti» – prosegue Stroppa – «e non dare per scontato nulla. Da questo punto di vista la partita con l'Inter può insegnarci tanto. Dobbiamo saper soffrire e colpire in contropiede quando ce ne sarà l'occasione. L'atteggiamento mentale dovrà essere costante lungo tutti i 90 minuti di gioco. Non dobbiamo avere pause perché questa Lazio ha le qualità per farci male come successo con l'Inter».

DUBBI DI FORMAZIONE
Dubbi di formazione per il tecnico biancazzurro, con Capuano, Bocchetti e Romagnoli a giocarsi 2 maglie ed i primi 2 in ballottaggio per ricoprire il ruolo di centrale o terzino: «ho qualche dubbio lì ma alla fine in difesa le scelte sono piuttosto obbligate. Romagnoli sta bene ma non ha ancora condizione sufficiente per essere rischiato dall'inizio. Via libera a Capuano che ha lavorato bene in queste settimane».
Incertezze anche in avanti dove, per l'indisponibilità per squalifica di Weiss, la sfida è a 3 per un posto con Quintero favorito su Celik e Bjarnason: «vediamo cosa si può fare in quella zona del campo. Stanno tutti bene. Probabilmente ci sarà una staffetta a gara in corso al di là di chi verrà scelto titolare».
Conclusione sull'ultimo ballottaggio: «a centrocampo il dubbio è tra Blasi e Nielsen. Stanno entrambi bene, deciderò domattina». 

LE PROBABILI FORMAZIONI

PESCARA (4-3-2-1): Perin; Balzano, Terlizzi, Capuano, Bocchetti; Cascione, Colucci, Nielsen; Quintero, Caprari; Vukusic. A disposizione: Pelizzoli, Falso, Togni, Romagnoli, Blasi, Bjarnason, Celik, Brugman, Soddimo, Abbruscato, Jonathas. Allenatore: Stroppa.
LAZIO (4-1-4-1): Marchetti; Konko, Biava, Dias, Lulic; Ledesma; Gonzales, Candrea, Mauri, Hernanes; Klose. A disposizione: Bizzarri, Carrizo, Ciani, Scaloni, Cavanda, Stankevicius, Cana, Onazi, Rocchi, Kozak, Zarate, Floccari. Allenatore: Petkovic.
ARBITRO: Andrea De Marco della sezione di Genova.

Andrea Sacchini