COPPA ITALIA LEGA PRO

L'Aquila gioca ma il Perugia passa il turno

Al Curi finisce 2-1

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1321


PERUGIA. Nulla da fare per L'Aquila che perde 2-1 al Curi contro il Perugia e saluta la Coppa Italia Lega Pro soltanto ai tempi supplementari.

 Nel primo tempo vantaggio dei padroni di casa con Fabinho al 32esimo minuto. Nella ripresa al settimo il pareggio aquilano con Improta. Al primo tempo supplementare la rete decisiva di Clemente al minuto 1.
Risultato del campo ingiusto per i valori tecnici espressi, con L'Aquila che per gioco ed occasioni da gol creata avrebbe meritato sicuramente di passare il turno. Fatali alcuni errori difensivi e soprattutto la scarsa determinazione e precisione sotto porta degli avanti aquilani. A gioire invece al termine di 120 minuti giocati a buon ritmo da entrambe le squadre, considerando il valore non eccelso della manifestazione, è stato il Perugia che ha avuto il merito di sfruttare gli errori della retroguardia abruzzese e di segnare i 2 gol decisivi.
Nel primo tempo diverse chance per L'Aquila. Al primo Albanese non inquadra di poco lo specchio della porta. Al quarto d'ora ancora abruzzesi pericolosi con un calcio di punizione dal limite di Carcione ben parato da Giordano. Risposta qualche minuto dopo dei grifoni con Tozzi Borsoi che conclude in porta ed esalta i riflessi di Tomarelli. Decisivo anche l'aiuto del palo.
Al 32esimo il Perugia passa in vantaggio. Bel corridoio di Tozzi Borsoi per Fabinho, buco clamoroso di Mucciante e conclusione a pallonetto dell'attaccante biancorosso che realizza alle spalle di Tomarelli.
Nella ripresa al settimo il pareggio dell'undici di Graziani con Improta, il più lesto di tutti ad indirizzare in rete uno stop errato del portiere Giordano su retropassaggio un po' troppo energico di Calzola. Nessuna reazione da parte del Perugia che soffre la maggiore verve degli abruzzesi.
L'Aquila vicina al raddoppio in più occasioni e soprattutto al 27esimo con Albanese che, servito da Improta, da posizione ottima nel cuore dell'area di rigore centra in pieno un difensore umbro sulla linea di porta.
Si va ai supplementari ed al primo minuto subito il vantaggio del Perugia con Clemente, abilissimo nel ribadire in rete una corta respinta di Testa (subentrato a metà ripresa all'infortunato Tomarelli, ndr) su precedente conclusione dello stesso capitano dei grifoni.
L'Aquila reagisce e crea diverse chance per il pari soprattutto nel secondo tempo supplementare con Piccioni, che di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione di Carcione centra la traversa.
Con questo successo il Perugia va avanti in Coppa Italia Lega Pro ed affronterà la vincente tra Poggibonsi e San Marino. Fuori dalla competizione invece L'Aquila, che nel girone di qualificazione aveva superato il Foligno ed il Teramo. Per gli uomini di Archimede Graziani attenzione ora tutta rivolta al campionato. Il prossimo impegno, Hinterreggio-L'Aquila, si giocherà lunedì alle 15,00 per l'indisponibilità dello stadio Granillo di Reggio Calabria. La partita verrà diretta da Marco Serra della sezione di Torino. Assistenti Oliviero e Petrone. Nessuno squalificato in settimana dal giudice sportivo.

TABELLINO

PERUGIA (4-3-3): Giordano; De Rossi (28'st Rantier), Carcioli, Jefferson, Calzola; Cenciarelli, Moscati, Paonessa (9'st Di Tacchio); Moneti, Tozzi Borsoi, Fabinho (22'st Clemente). A disposizione: Pinti, Anania, Canaj, Ciofani. Allenatore: Battistini.
L'AQUILA (4-3-3): Tomarelli (24'st Testa); Gizzi, Ingrosso, Mucciante, Blaiotta (6'st Petta); Carcione, Piccioni, Menicozzo; Albanese, Triarico, Infantino (6'st Improta). A disposizione: D'Amico, Marcotullio, Dall'Armi, Iannini. Allenatore: Graziani.
ARBITRO: Marini della sezione di Roma. Presenti sugli spalti circa 500 spettatori.

Andrea Sacchini