COPPA ITALIA

Il Chieti crolla in casa 4-1 col Gubbio

Penalizzazione: presentato il ricorso

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1481

CHIETI. Turno amaro di Coppa Italia Lega Pro per il Chieti che cede nettamente all'Angelini 4-1 sul Gubbio

 Le reti tutte nel secondo tempo. Al secondo minuto vantaggio degli ospiti con Nappello e raddoppio di Manzoni al decimo, poi la doppietta di Bazzoffia al 26esimo e 30esimo. Solo per gli almanacchi la rete del Chieti di Rovrena, appena giunto dal mercato, in pieno recupero.
L'impegno, forse preso sottogamba dagli uomini del tecnico Tiziano De Patre, ha messo in chiara mostra i limiti di una rosa senza dubbio valida negli undici titolari ma piuttosto mediocre per quanto riguarda le seconde linee. Per l'importanza ridotta della manifestazione, De Patre ha varato un turnover quasi completo ed ha dato fiducia a chi è stato meno impiegato fin'ora in campionato e Coppa Italia principale.
Dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato, i teatini sono crollati nella ripresa subendo ben 4 gol e dando l'impressione di essere di molto inferiori agli avversari. In una competizione nella quale sono le motivazioni che spingono al turno successivo una squadra piuttosto che un'altra, il Gubbio ha dato l'impressione più del Chieti di voler vincere.
Chiaro che la precedenza deve essere data al campionato ma sicuramente era lecito aspettarsi di più da chi non viene impiegato con continuità ogni domenica e che dovrebbe sfruttare queste occasioni per rilanciarsi agli occhi dell'allenatore.
Dopo un primo tempo equilibrato con occasioni per Cardinali nel Chieti e Nappello e Scardina per il Gubbio, nella ripresa al secondo gli ospiti passano a condurre il risultato. Dalla destra buono spunto di Malaccari e cross nel mezzo per Nappello che di piede indisturbato insacca nel cuore dell'area di rigore.
Al decimo il raddoppio del Gubbio. Contropiede velocissimo di Manzoni che palla al piede supera la metà campo teatina e quasi al limite con un gran tiro batte Feola.
Al 26esimo la terza marcatura degli umbri con Bazzoffia, che ancora in contropiede si libera di un paio di avversari e supera l'estremo difensore teatino.
Alla mezz'ora doppietta personale di Bazzoffia con un delizioso tocco su cross dalla sinistra e poker del Gubbio. A tempo quasi scaduto il gol della bandiera del Chieti con Rovrena che in diagonale fa secco Farabbi.
Il Chieti, grazie alla partecipazione ai play-off dell'anno scorso, non aveva disputato il girone di qualificazione preliminare alla Coppa Italia Lega Pro perché impegnato nella Coppa Italia principale. Qui i neroverdi, dopo aver brillantemente superato l'AlbinoLeffe fuori casa, erano stati eliminati dal Lecce. Il Gubbio invece prosegue la propria corsa in Coppa Italia Lega Pro dove affronterà l'Aprilia (capolista del Girone B di Seconda Divisione, ndr) mercoledì 17 ottobre.

TABELLINO
CHIETI (4-2-3-1): Feola; Bigoni; Barbone, Di Filippo, Cardinali; Rovrena, Del Pinto (15'st Verna); Rossi, Rinaldi (39'st Di Stefano), Viscontini (22'st Cerbone); Capogna. A disposizione: Cappa, Gigli, Vitone, La Selva. Allenatore: De Patre.
GUBBIO (4-3-1-2): Farabbi; Grea (15'st Semeraro), Galimberti, Pambianchi, Pacheco; Malaccari, Guerri, Baccolo (28'st Procacci); Manzoni; Nappello, Scardina (15'st Bazzoffia). A disposizione: Venturi, Giuliacci, Martini, Khribech. Allenatore: Sottil.
ARBITRO: D'Angelo della sezione di Ascoli Piceno. Presenti sugli spalti circa 200 spettatori.

PENALIZZAZIONE: DEPOSITATO IL RICORSO
Martedì sera l'avvocato Alessandro Battisti, tra l'altro Direttore Sportivo del Chieti, ha depositato il ricorso del club circa la penalizzazione di un punto in classifica e l'inibizione per 6 mesi del patron Walter Bellia. Tutta la documentazione è stata depositata presso gli uffici della Corte di Giustizia Federale. Prossimamente la stessa si pronuncerà sull'accettazione o meno del ricorso presentato dalla Chieti Calcio e dal presidente del sodalizio neroverde Walter Bellia.
Chieti-Martina Franca, prossimo impegno di campionato dei neroverdi, verrà arbitrata da Tiziano Reni della sezione di Pistoia. Guardalinee Baccini e Galetto. Squalificato dal giudice sportivo intanto Abel Gigli che salterà il match con i pugliesi.

Andrea Sacchini