SERIE A

Delfino Pescara. La strada è quella giusta: nel mirino la Lazio

Stroppa e Terlizzi: «a Cagliari punti pesanti»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2270


PESCARA. Fortuna o bravura conta poco. Il Pescara con il secondo successo consecutivo in campionato, il primo in trasferta, si lancia in zone “tranquille” di classifica e mette nel mirino la Lazio domenica all'Adriatico.

 Gli uomini di Stroppa, fortunati nell'occasione del gol ma abili nello sfruttare a proprio vantaggio gli episodi di gara, col passare dei minuti nella ripresa hanno legittimato il vantaggio con diverse buone giocate e soprattutto il gol in perfetta azione di contropiede di Weiss. La difesa, colabrodo fino al match con la Sampdoria di un paio di settimane fa, è apparsa più sicura e degna della massima categoria. Da questo punto di vista parlano i numeri: Pelizzoli o Perin, nelle ultime 3 gare i biancazzurri hanno subito soltanto due gol. Il lavoro di Stroppa comincia a farsi vedere e dopo la confusione tattica e tecnica delle prime giornate la squadra inizia ad avere un'identità ben precisa. I biancazzurri intanto riprenderanno gli allenamenti martedì in vista della gara attesissima contro la Lazio.

STROPPA: «VA BENE COSÌ MA DOBBIAMO EVITARE CERTI ERRORI»
A fine gara la viva soddisfazione del tecnico Giovanni Stroppa per i primi 3 punti della stagione: «tengo stretti questi 3 punti e soprattutto i 7 conquistati nelle ultime giornate. Non dimentichiamo comunque che anche nei primi 3 turni di campionato avevamo fatto buone prestazioni Torino a parte. Siamo stati puniti dagli errori come è successo oggi sul 2-0 con il rigore poi segnato da Pinilla».
«Dobbiamo migliorare sotto questo punto di vista» – prosegue Stroppa – «e soprattutto bisogna capire che dobbiamo soffrire insieme. A tratti col Cagliari l'abbiamo fatto e sapevamo che prima o poi potevamo fare gol».
A Cagliari ottima prestazione della retroguardia biancazzurra, completamente rinata nelle ultime 2 settimane dopo i 9 gol subiti con Inter, Torino e Sampdoria: «è stata premiata la nostra attenzione e la volontà che tutti i giocatori hanno messo in campo. Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e la squadra va elogiata al completo».
«So di avere una buona rosa a disposizione» – va avanti Stroppa – «ed è normale che tutti hanno una possibilità. Oggi è stato decisivo Weiss che partiva dalla panchina e questo è un segnale importante».
Anche un po' di autocritica per il tecnico del Pescara: «per il futuro dobbiamo imparare a gestire meglio le situazioni favorevoli. Abbiamo rischiato troppo nonostante il vantaggio e la superiorità numerica. Siamo una squadra giovane ed inesperta e dobbiamo migliorare tantissimo sotto questo punto di vista».
«Sono comunque soddisfatto» – conclude Stroppa – «questi sono punti pesantissimi in ottica salvezza». 



TERLIZZI: «GRANDE PRESTAZIONE DELLA SQUADRA»
7 punti in 3 partite. L'entusiasmo in casa Pescara è alle stelle: «sono contento della prestazione personale e soprattutto per prova della squadra. È stato un rientro importante, tutto è andato per il meglio sia nell'occasione del gol sia nell'episodio del salvataggio sulla linea».
Sulla punizione che ha aperto le marcature dell'incontro: «ho avuto un po' di fortuna con la doppia deviazione. Ho visto la barriera piazzata un po' male ed il buco che si è aperto vicino al palo. Ho colpito un po' male per la posizione ravvicinata di Weiss, ma fortunatamente tutto è andato bene».
«Aspettavo da tempo di poter dare il mio contributo» – prosegue Christian Terlizzi – «per me è stata una grande soddisfazione perché non è facile rimanere tanto fuori per squalifica».
Dopo le polemiche innescate da Terlizzi circa la premeditazione sull'episodio dell'espulsione di Torino, lo stesso ha puntualizzato: «ho detto delle parole e sono state travisate da alcuni addetti ai lavori. È chiaro che il lavoro dei giornalisti è quello di riempire pagine e lo capisco... Ora comunque non ci torno sopra per me è un capitolo chiuso».
«Il mio pensiero è tutto rivolto alla Lazio» – conclude il centrale biancazzurro – «vogliamo dare ulteriore continuità di risultati».

Andrea Sacchini