FRIZZI E RAZZI

E' ancora Razzi show. Lui media con le Coree: «Obama tranquillo, non c’è niente di bomba atomica»

Incursione delle Iene nella giornata lavorativa del senatore abruzzese

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

12115

E' ancora Razzi show. Lui media con le Coree: «Obama tranquillo, non c’è niente di bomba atomica»



ROMA. Solo qualche giorno fa la nomina come segretario della Commissione Esteri e il senatore abruzzese Antonio Razzi si è messo già al lavoro.
Come raccontato dalle Iene in un servizio andato in onda domenica sera, Razzi, eletto nel 2006 nell’Italia dei Valori, oggi parlamentare del Popolo delle Libertà, ha incontrato nei giorni scorsi gli ambasciatori della Corea del Nord e del Sud per «mettere pace» e sventare un attacco nucleare.
E quando si accende la telecamera e si avvicina il microfono alla bocca dell’esponente azzurro (noto per il fuori onda «ho pensato ai cazzi miei»  o per aver denunciato la compravendita dei parlamentari) l’effetto è quello del delirio assoluto. Perché o il senatore è un tipo ironico, prende in giro tutti, o quello che dice dovrebbe spingere i vertici del suo partito a prendere provvedimenti. Anche una questione delicata come quella della bomba atomica, in mano a Razzi, assume i contorni della barzelletta, del gioco, ancor più grave perché raccontata (consapevolmente? Inconsapevolmente?) da un senatore, segretario della Commissione Esteri.
«Stiamo approfittando della stima che hanno di noi per cercare di far tornare la pace nelle due Coree», ha spiegato alla Iena Sabrina Nobile. Come intende sciogliere l’intricata questione? «La prima base è sedersi a tavola e parlare».


Razzi ha poi rassicurato i telespettatori e smentito le notizie sulla realizzazione della bomba atomica: «sono stato varie volte a Pyongyang. Non è vero quello che dicono… la bomba atomica assolutamente io non l’ho vista». E poi qualche riflessione di politica internazionale: «dall’espressione delle persone, dagli argomenti che abbiamo trattato, non credo» che ce l’abbiano. «Non sono così malvagi così come molta gente pensa». Per il senatore abruzzese anche il presidente degli Stati Uniti può stare tranquillo: «non c’è niente di bomba atomica».

Alla fine del primo incontro con l’ambasciatore della Corea del Nord la Iena vuole sapere come è andata: «Tutto benissimo. Ci sono buone possibile di sventare la guerra».
Il giorno dopo Razzi incontra l’ambasciatore della Corea del Sud, le telecamere sono ancora lì per seguire gli aggiornamenti. «E’ un incontro importantissimo», commenta, «anticipiamo Obama».
Se la mediazione dovesse andare a buon fine il senatore azzurro ha annunciato che farà incontrare le due parti «in una bella pizzeria, siccome quelli del nord si ricordano di aver mangiato un’ottima pizza ‘da Mario’ in un quartiere di Napoli». Anche alla fine del secondo incontro Razzi assicura che «è andato tutto benissimo». Stiamo sventando un possibile conflitto? «Sicuramente». La pizza si farà? «Sembrerà di sì».

+++ IL VIDEO +++ 


a.l.