OBAMA SOLA

Terremoto, Obama non ha mantenuto la promessa fatta a L'Aquila. Il video arriverà negli Usa?

Il sindaco Cialente lancia un appello

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6196

Terremoto, Obama non ha mantenuto la promessa fatta a L'Aquila. Il video arriverà negli Usa?




L’AQUILA. Gli Stati che durante il G8 de L’Aquila avevano promesso di aiutare la città terremotata e adottare i monumenti distrutti ristrutturandoli a proprie spese hanno mantenuto la promessa?
Sì, tutti, tranne uno: gli Stati Uniti d’America. E’ quanto emerso ieri in un servizio di Filippo Roma del programma televisivo Le Iene che ha anche tentato di mettersi in contatto con la Casa Bianca per chiedere come mai Mr Obama, a 6 anni di distanza, non abbia mantenuto la parola data.
Ma di risposte fino a questo momento non ne sono arrivate.
«Dear president», ha detto il sindaco Massimo Cialente nel suo appello filmato dalle telecamere di Italia 1, «se si ricorda di quella promessa noi ne saremmo veramente felicissimi».
Ma di che promessa si tratta? «L’America», ha ricordato il primo cittadino, «in quella occasione decise che non avrebbe investito sui monumenti distrutti, come invece proposto da altre nazioni, ma sui giovani della città, finanziando borse di studio, organizzando scambi culturali tra l’università aquilana e quelle americane. Era un progetto bellissimo ma non se n’è mai fatto nulla». 

Le parole di Obama che arrivò a L’Aquila il 9 luglio in maniche di camicia (mentre tutti gli altri erano vestiti di tutto punto in piena estate) e sfilò tra le macerie furono chiare e nette: «vi sono vicino e vi assicuro che gli Stati Uniti sono pronti ad aiutare l'Italia», «i giovani sono il futuro. Bisogna aiutarli, loro sono il futuro».
Cialente all’inviato delle Iene ha chiarito di non aver mai ricontattato Obama per ricordargli di quella promessa: «i miei figli qualche sera fa mi hanno detto che ormai mi manca solo di litigare con Obama e papa Bergoglio . ho il senso della misura, non l’ho mai ricontattato».
Filippo Roma ha contattato telefonicamente la Casa Bianca. Il suggerimento che ha ricevuto è stato quello di mandare una mail. La procedura è stata seguita ma la risposta non è mai arrivata. Da qui la decisione dell’inviato del programma televisivo di fare un videomessaggio in inglese con la speranza che, via web, attraverso le condivisioni degli utenti, arrivi anche ad Obama.
Non è stato necessario invece rincorrere i capi degli altri Stati che hanno mantenuto la promessa: la Russia ha investito 7,5 milioni di euro per la ricostruzione di Palazzo Ardinghelli, la Francia ha ricostruito la Chiesa delle anime sante (3,2 milioni), il Kazakistan la chiesa San Giuseppe Artigiano (1,5 mln) mentre la Germania la parrocchia di Onna (3 milioni). Il Canada si è occupato della residenza per studenti universitari (3 milioni) e il Giappone ha investito su un palazzetto dello Sport.
a.l.